Elezioni comunali 2021: Partito Repubblicano Taranto “5S ko”

Partito Repubblicano Taranto sulle elezioni comunali: sconfitta del M5S

Elezioni comunali 2021
Riconoscimento editoriale: Massimo Todaro / Shutterstock.com

TARANTO – Arriva il commento alle elezioni comunali 2021 da parte del Partito Repubblicano di Taranto. Ci sono tre grandi risultati secondo gli esponenti tarantini sia a livello locale sia a livello nazionale. Ecco la nota.

Partito Repubblicano Taranto sulle elezioni comunali

“Agli occhi attenti di chi vuol realmente capire le cose, le recenti elezioni amministrative hanno mostrato tre grandi risultati. Il primo è stata la vittoria del centro-sinistra praticamente ovunque, il secondo è stata la disfatta dei 5 Stelle (quelli dell’ impeachment al presidente Mattarella, tanto per ricordarci alcune picaresche trovate cinque-stellate) che in un solo lustro, uno per ogni loro stella, hanno liquefatto il consenso di cui godevano ed il terzo è stato l’ astensionismo record, in cui quasi il 50% degli aventi diritto al voto non ha votato”. Duro quindi l’attacco nei confronti del Movimento 5 Stelle

Astensionismo elezioni comunali è un grave sintomo

Grande importanza all’astensionismo, infatti “Tuttavia questa analisi rimane sterile se non si sottolinea un ulteriore elemento. Tutti e tre i risultati hanno evidenziato che gli Italiani hanno espresso; anche con l’astensionismo, il bisogno di un ritorno ad un modo differente di far politica. Infatti, le coalizioni di sinistra hanno vinto solo quando hanno saputo accogliere al loro interno le forze moderate. Anche a Roma, dove Calenda insieme al partito Repubblicano Italiano ed altre forze LibDem è il primo partito, la sinistra avrebbe potuto stravincere al primo turno, se avesse voluto fare un passo in dietro, per dar voce al candidato LibDem. Paradossalmente anche il risultato di Occhiuto di Forza Italia in Calabria testimonia, su schieramenti diversi, questa realtà”.

Inoltre “In sostanza, tutto ciò che è stato etichettato su posizioni estreme, dal green pass ai vaccini, dall’ immigrazione alle politiche antieuropee, dal sovranismo al populismo è stato sonoramente sconfitto. Si apre a questo punto una grande riflessione, ossia la necessità di lavorare alla creazione di un polo Liberal Democratico e Riformista; che possa essere aggregante le forze moderate di sinistra e destra e non più aggregato o diluito in poli estremizzati”, fanno sapere.

Bene la presenza di Carlo Cottarelli a Taranto

“Per la verità l’ esperienza di Carlo Cottarelli, recentemente venuto a Taranto, testimonia proprio questo bisogno. Con il suo “Programma per L’ Italia”, il professore di Cremona, ha aperto un cantiere che può essere riferimento per quel mare magno di Italiani delusi dalla politica gridata, stracciona, povera di idee ma ricca di slogan non realizzabili, che imperversa da oltre 20 anni.

Non mancano i riferimenti storici a un grande esponente del Pri del passato “L’indimenticato Giovanni Spadolini ripeteva che fare politica è un dovere morale per il cittadino, pertanto non è più possibile lasciare campo aperto a chi ha solo il desiderio di conservare la propria satrapia clientelare. Il Partito Repubblicano Italiano, a tal motivo, in questi giorni, tanto ricchi di convulse strategie di posizionamento; ma tanto poveri di programmi costruttivi, lancia un appello a quelle forze Liberali, Democratiche, Azioniste, Europeiste; Riformiste ad incontrarsi per valutare insieme, un modo diverso e responsabile di fare politica. I tempi sono maturi per tornare ad una politica sana, fatta di idee e di confronti e mai di odio ed attacchi ad personam”.

LEGGI ANCHE – Elezioni amministrative 2021 in provincia di Taranto: FI “serve riflessione

Occorre un patto sociale

Infine” I tempi sono maturi per stabilire un patto sociale con regole condivise, dove rinunciando a qualcosa di personale si contribuisce a tutelare il bene comune. È arrivato il momento di abbandonare il trasformismo, il sovranismo ed il populismo che hanno anestetizzato il nostro Paese per troppo tempo, per tornare ad una politica seria, fatta da gente preparata e qualificata oltre che responsabile. Tutti insieme i LibDem possono avere una voce autorevole e fuori dal coro, tutti insieme possono costruire, anche localmente, quello che in altre città è già realtà di governo. Basta poco, basta volerlo fare!”. Così termina la nota diffusa a mezzo stampa dal Partito Repubblicano Italiano.