Francesca Viggiano spiega il progetto “Case a 1 euro”

L'assessore ha spiegato l'iniziativa al Teatro Fusco.

0
81
Taranto
Palazzo di Città di Taranto

TARANTO Francesca Viggiano ha annunciato la politica delle case a 1 euro durante la 2 giorni di incontri tra amministrazione Melucci e cittadinanza al Teatro Fusco.

L’assessore al patrimonio del Comune ha dichiarato che le proprietà dell’amministrazione saranno in vendita a 1 euro per chi ne ha bisogno. Un’iniziativa simbolica, che non serve solo a riqualificare alcuni edifici come avviene in altre località. Infatti, servirà proprio come attività di housing sociale in favore di chi ha bisogno, ma non ha una casa.

Gli interessati avranno la concessione con diritto di superficie per 100 anni. In più, avranno anche il compito di provvedere a loro spese a riqualificare l’appartamento o l’edificio. Si otterrà “un vero e proprio rin­novo urbano nella forma dell’abbattimento e ricostruzione di porzioni di città, oltre che singole sostituzioni edilizie improntate all’a­deguamento sismico o all’efficientamento energetico” ha spiegato Francesca Viggiano.

L’assessore ritiene che questo permetterà di riconoscere e abbattere i palazzi che sono messi troppo male, quindi rivalutando le volumetrie anche di interi quartieri, come avverrà nella Città Vecchia. In più, esclusivamente per i padri separati, ci sarà un fondo a parte di 20 milioni di euro per affrontare l’emergenza abitativa.

Francesca Viggiano: le altre iniziative di housing sociale

Le case a un euro sono solo una delle varie iniziative di housing sociale che si stanno preparando in città. Si va dai servizi residenziali fino a una collaborazione diretta con l’assessorato ai servizi sociali. Infatti, è proprio l’assessore comunale Gabriella Ficocelli a spiegare come il progetto Bisso, che serve a riqualificare il territorio, sarà complementare alla riqualificazione degli appartamenti.

Si tratta di re­cuperare edifici e luoghi pubblici dismessi (di proprietà del Comune o beni ecclesiasti­ci), attraverso il reclutamento, la formazione, la qualificazione professionale e l’attivazione di maestranze locali” ha spiegato l’assessore Ficocelli.

Le iniziative di questo tipo fanno bene all’intera città. Infatti, anche chi ha già una casa di proprietà potrà vedere come Taranto cambierà in meglio. Il capoluogo ionico rinuncerà a edifici che cadono in favore di una città più bella e pulita.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui