TARANTO – Il deputato Gianpaolo Cassese comunica l’importante decisione presa nell’ultimo Consiglio dei Ministri che ha messo a disposizione 500 milioni di euro a favore dell’efficientamento energetico e dello sviluppo sostenibile.

Questa è una bella notizia, poiché ne beneficeranno anche i comuni in provincia di Taranto e per poter realizzare queste opere, è stato deciso di ripartire le somme da destinare.

Il deputato Cassese entra nello specifico:

  • “210mila euro al Comune di Taranto;
  • 130mila euro ai Comuni di Grottaglie, Martina Franca, Massafra, Manduria e Ginosa;
    90mila euro ai Comuni di Castellaneta, Palagiano, Sava, Mottola, Laterza, San Giorgio Jonico, Statte, Crispiano e Pulsano;
  • 70mila euro ai Comuni di Lizzano, San Marzano di S. Giuseppe, Leporano, Palagianello, Carosino, Avetrana, Monteiasi, Maruggio e Fragagnano; 50mila euro ai Comuni di Torricella, Montemesola, Faggiano, Monteparano e Roccaforzata”

Le somme sono state distribuite in proporzione alla popolazione residente. Per poter risolvere molte lacune nei comuni tarantini, questa sarà un’occasione da prendere al volo e come sostiene il deputato Gianpaolo Cassese, si tratta della “norma Fraccaro” contenuta nell’articolo 31 del Decreto Crescita, che ha come fine quello di finanziare degli investimenti a favore del territorio favorendo lo sviluppo sostenibile.

Saranno finanziate opere per promuovere il risparmio energetico negli edifici pubblici e installare impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili.

Come precisa lo stesso Cassese, i fondi saranno destinati anche per la messa in sicurezza degli edifici pubblici, per progetti a favore della mobilità sostenibile e per l’abbattimento delle barriere architettoniche.

Cassese si rende conto di come molti comuni del Sud siano lasciati a se stessi e hanno estremo bisogno di un programma che li aiuti a risollevarsi.