MASSAFRA“Si annullino con effetto immediato tutti i provvedimenti firmati dal dirigente arrestato nell’ambito dell’inchiesta riguardante l’ampliamento della discarica di Grottaglie”. Questa è la richiesta del sodalizio al presidente ed all’intero consiglio provinciale.

E’ stata convocata una conferenza stampa, dalla Sezione di Mssafra dell’ISDE.
A Palazzo della Cultura ” Nicola Lazzaro” si sono incontrati i giornalisti con il presidente della sezione massafrese dell’ISDE, dottor Delio Monaco, le dottoresse Cinzia Convertino, Antonietta Perniola e Iole Giannico ed i dottori Stefano Colapietro e Roberto Fiorita.

E’ stato presentato dall’ISDE un provvedimento in seguito agli ultimi fatti giudiziari che hanno portato all’arresto di sette persone da parte della Guardia di Finanza.

Nella missiva redatta dal sodalizio e indirizzata al Presidente della Provincia Giovanni Gugliotti e ai consiglieri provinciali si chiede l’annullamento con effetto immediato di tutti i provvedimenti firmati dal dirigente arrestato nell’ambito dell’inchiesta riguardante l’ampliamento della discarica di Grottaglie.

Al presidente della Provincia – ha affermato il dottor Delio Monaco – chiediamo chiediamo l’annullamento in autotutela delle approvazioni di numerosi impianti di smaltimento di rifiuti. Tutti i provvedimenti firmati da un dirigente agli arresti sono stati rilasciati in un clima di condizionamento”. Ha aggiunto – Siano annullati a tutela della salute pubblica, messa a rischio da una così alta concentrazione di impianti.

E’ auspicabile che la provincia debba riconsiderare tutti i provvedimenti approvati. Desidera “Vederci chiaro”.

Le indagini e gli arresti di Natile e Tamburrano della scorsa settimana – ha spiegato Monaco – gettano un’ombra di sospetto sulle approvazioni di tanti impianti che rischiano di pesare sul nostro futuro.

L’ISDE sottolinea il fatto che “una raffica di autorizzazioni” sono state firmate tutte da Natile, nel periodo da aprile a luglio del 2018.

  • 5 aprile 2018 autorizzazione all’ampliamento della discarica di Grottaglie (determina 45/2018);
  • 11 aprile 2018 autorizzazione “Inceneritori Fanghi” di Massafra (determina 47/2018);
  • 18 aprile 2018 ampliamento Italcave di Statte (determina 53 /2018);
  • 24 luglio 2018 autorizzazione al raddoppio dell’inceneritore di Massafra (determina 106/2018).

Si legge nella lettera dell’ISDE: “Oggi è agli arresti chi in passato ci ha chiamato allarmisti. Speriamo che almeno questa volta il nostro appello non cada nel vuoto”.

Lettera Isde Massafra
Lettera Isde Massafra