Manduria, Emiliano: la Regione Puglia non è responsabile per la costruzione del depuratore

Emiliano: la costruzione del depuratore a Manduria non una mia scelta, ma dipende dall'appalto dell'Aqp.

0
96

MANDURIA – Dopo le tante proteste dei cittadini e di alcuni esponenti politici, durante la trasmissione di Radio Rai 1 alla quale era stato invitato, Emiliano ha spiegato che non ha il potere di poter bloccare i lavori di costruzione per il depuratore consortile tra Manduria e Sava.

Come affermato da Emiliano, il progetto è di competenza dell’AqP e non della Regione Puglia.

La risposta è arrivata dopo che l’avvocato Manca e Pietro Nicolardi hanno intentato una causa contro la costruzione del depuratore.

Secondo l’avvocato Manca, la costruzione di questo è uno scempio che comporta una deturpazione dell’ambiente e l’abbassamento del valore degli immobili (circa 350 ville) che sono presenti in zona.

L’avvocato chiede a Emiliano di venire a vedere i lavori, prima dell’eventuale intervento della Procura. Emiliano però ribadisce che è l’azienda idrica proprietaria e mandataria dei lavori e che la localizzazione è stata scelta diversi anni fa dal Comune di Manduria, e nessuno sin oggi al Comune ha pensato di individuare un altro sito.