MARTINA FRANCA – A Giugno c’erano stati dei problemi tra il Comune e i progettisti del nuovo Piano Urbanistico di Martina Franca. Infatti il sindaco e l’assessore all’urbanistica avevano contestato agli architetti incaricati diversi punti del progetto e si stava procedendo alla revoca dell’incarico.

Dopo vari incontri però la situazione sembra aver trovato un punto di svolta, infatti l’architetto Dinale, a capo del gruppo di progettisti, guardando ai 46 punti contestati dal Comune, sta lavorando a una nuova proposta che soddisfi il Comune, e che verrà inviata come d’accordo per la nuova scadenza prevista il 2 settembre.

Secondo il segretario della Lega, Di Bello, l’azione del Comune non è per nulla positiva e sono stati vanificati 2 anni di lavoro per il PUG a Martina Franca, che avrebbe dovuto portare al risveglio dell’economia in campo edile. Infatti, secondo Di Bello con questa sindacatura il progetto potrebbe non vedere mai la luce. Al momento comunque, si attende che arrivi il 2 settembre per costatare se il gruppo di progettisti sia riuscito o meno a varare il nuovo Piano urbanistico come richiesto dal Comune.