MASSAFRA – La stupenda cittadina ha bisogno di interventi di recupero per mettere innanzitutto in sicurezza i cittadini, ma anche per dare un’immagine di sé degna per essere apprezzata sia dalla stessa comunità che dai turisti.

Il centro storico racconta la storia di una città ed è l’identità di un territorio, pertanto non va trascurato.

La città di Massafra al momento, possiede un centro storico davvero in condizioni precarie e dopo mesi dagli ultimi crolli, la chiesa di San Benedetto e il Municipio sono ancora transennati.

Su questa criticità è intervenuto il segretario del Partito Democratico Domenico Lasigna che ha evidenziato le problematiche esistenti nel tratto urbano tra via Caduti della Nave Roma e via Vittorio Veneto.

Lasigna dichiara che: “Continua a mancare un piano strategico condiviso per il recupero, la rigenerazione e la valorizzazione del nostro centro storico, un’idea-progetto che dia una visione di insieme, che preveda azioni strategiche per consentirgli di diventare definitivamente un punto di riferimento per la collettività per i flussi turistici del territorio in continua crescita, a beneficio dell’economia e delle politiche occupazionali della città”.

Sono tante le domande alle quali si cercano delle risposte, per far si che possa essere attuato il recupero del centro storico, favorendo così il commercio e la viabilità.

Uno degli obiettivi che si desidera raggiungere per migliorare il decoro del centro storico è l’acquisizione tramite asta giudiziaria di un’area prospiciente all’ex Convento di Sant’Agostino.

Si intende riqualificarla, metterla di nuovo in funzione e rivitalizzarla, valorizzandone il notevole patrimonio storico-culturale presente.

Il Partito democratico è disponibile a mettere a disposizione della città le proprie risorse politiche ed istituzionali per redigere un “Progetto bellezza” per il recupero del centro storico.