Mottola. Centro Autismo. Renato Perrini è scontento

Il Consigliere Regionale quando fu inaugurato il centro territoriale per l'autismo si era impegnato personalmente perché fosse un punto di riferimento per le famiglie.

0
493
Mottola. Centro Autismo. Renato Perrini è scontento
fonte web: pixabay di ariesa66

Renato Perrini è scontento del funzionamento del centro territoriale per l’autismo di Mottola, in quanto manca di supporto psicologico adeguato.

Quando venne inaugurato, lo stesso Direttore Generale della Asl di Taranto, Rossi si era impegnato perché questo centro diventasse un punto di riferimento importante per le famiglie con casi di autismo.

Perrini, collaborando con il dottor Colacicco  e la dottoressa Nacci, avevano iniziato un percorso che stava portando dei buoni risultati.

Purtroppo, però, il centro a Mottola non offre un servizio psicologico adeguato.

Questa è una carenza molto grave. Poiché chi si rivolge al centro necessita di una figura che aiuti non solo il soggetto interessato dalla malattia, ma anche le famiglie che lo devono assistere.

Per questo motivo, Il Consigliere regionale ha presentato un’interrogazione urgente al presidente Emiliano, perché provveda al più presto ad incrementare il numero degli psicologi.

Ci si augura che presto vengano aperti altri centri sul versante orientale e centrale del Tarantino per venire incontro alle famiglie.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui