MARINA DI GINOSA – La visita del Ministro Elisabetta Trenta è prevista per il 22 maggio 2019, per la sottoscrizione del protocollo d’intesa relativo al passaggio di proprietà di una parte dell’area dell’ex Batteria Toscano dell’Aeronautica Militare e Agenzia del Demanio Puglia e Basilicata al Comune di Ginosa.

Alla cerimonia che si terrà presso il Palazzo della Delegazione in Piazza Indipendenza, prenderanno parte le istituzioni civili e militari.

Con questo passaggio di consegna, sarà possibile fruire dell’area con nuovi percorsi, consentendo anche l’accesso libero al mare e avviare, così, un progetto di recupero del bunker posto all’interno dell’area.

Sarà un’importante occasione per il territorio di Ginosa Marina, che avrà a disposizione un’area che fino ad ora era inaccessibile. Si prevede di effettuare degli interventi che si andranno a sommare a quelli già previsti nel bando regionale che il comune ha vinto e il cui importo è pari a 1.300mila euro, intitolato “Paesaggi Costieri”.

Sarà realizzato un percorso ciclo-pedonale che collega il lungomare con la pineta; la duna sarà ripristinata e verranno eliminati i detrattori facilitando l’accesso alla zona.

Il sindaco Vito Parisi ritiene questo momento molto importante per la città, perché sarà l’occasione per dare il via alla rigenerazione urbana.

Con i progetti che si intendono realizzare, migliorerà sicuramente la qualità della vita dei cittadini e si avranno maggiori vantaggi anche nel settore turistico.

L’Assessore alla Rigenerazione Urbana Emiliana Bitetti ha spiegato che si tratta di un’azione rivolta alla sostenibilità sia in termini ambientali che turistici e infrastrutturali:

“Stiamo investendo su progetti e azioni che migliorino la qualità dei luoghi e della vita delle persone, sensibilizzando a una “fruizione consapevole” delle bellezze intrinseche del nostro territorio da tutelare”.