Home Notizie Politica Piero Bitetti chiede decoro per Taranto

Piero Bitetti chiede decoro per Taranto

A Taranto Piero Bitetti parla chiaro e si esprime per il futuro

capitaneria di porto taranto

TARANTO – Arriva dopo le elezioni comunali che hanno visto trionfare Rinaldo Melucci il comunicato stampa di Piero Bitetti che non perde occasione per ricordare che a Taranto occorre maggior decoro oltre che un necessario e determinante passo di svolta verso una maggiore apertura della città dal punto di vista turistico. Ecco le sue parole.

Piero Bitetti su Taranto

«Taranto è ormai proiettata sulla scena nazionale e internazionale con rinnovata fiducia. Il rilancio in chiave turistica e i numerosi eventi di indiscusso valore culturale che si tengono in città, giusto per citare alcuni aspetti, concorrono a fare del capoluogo ionico una delle città che con sempre maggiore convinzione e consapevolezza dei propri mezzi sta provando a costruire un futuro diverso, non più incentrato sulla monocultura industriale ma imperniato sullo sviluppo sostenibile, la cultura e la valorizzazione delle nostre risorse naturali». Queste le parole del politico che interviene come detto in seguito ai risultati elettorali.

Occorre invertire la rotta

«Per invertire la rotta e consolidare questa svolta epocale – prosegue Bitetti – è necessario considerare con la dovuta attenzione altre questioni non meno rilevanti; tra queste, figura il tema dei trasporti e dei collegamenti da e per Taranto». Poi «Dobbiamo rendere accoglienti e confortevoli questi luoghi nei quali transitano turisti e viaggiatori. Sotto questo profilo, paradigmatico è il ruolo che svolge la stazione ferroviaria. A tal proposito, occorre chiedersi: quali sono, se ci sono, gli interventi programmati per elevare gli standard di sicurezza e accessibilità? Quali servizi offriamo ai viaggiatori? In che modo possiamo migliorarne la fruibilità, a beneficio anche e soprattutto delle persone fisicamente in difficoltà? Domande, queste, che non vogliono rappresentare un atto di accusa ma anzi hanno lo scopo di contribuire a fare il punto della situazione con tutti i soggetti a vario titolo interessati e coinvolti in questo ambito».

Le valutazioni da fare

«Valuteremo – afferma il politico – con attenzione il progetto definitivo di riqualificazione della stazione ferroviaria di Taranto che RFI ha garantito di dover inviare entro il corrente mese di giugno all’amministrazione comunale e agli enti che dovranno esprimersi a proposito delle autorizzazioni necessarie in sede di conferenza dei servizi». “Obiettivo: la riqualificazione architettonica e funzionale degli spazi interni ed esterni della stazione, il miglioramento dell’accessibilità e lo sviluppo dell’intermodalità nei collegamenti e nei trasporti tra i treni e le auto (o i bus), ma anche il potenziamento e il miglioramento della qualità dei servizi all’utenza della stazione, il miglioramento dell’efficienza energetica in una logica di sostenibilità ambientale.”

Infine un monito per concludere l’intervento: «nulla va lasciato al caso, specialmente quando si tratta di salvaguardare l’immagine e la reputazione di un’intera comunità!»

LEGGI ANCHE – Piero Bitetti invita il Comune di Taranto a partecipare al bando del Ministero dell’Istruzione

Exit mobile version