PULSANO – La Direzione Generale dell’Asl jonica tiene a fare delle precisazioni in risposta al consigliere di minoranza, Angelo Di Lena, il quale aveva evidenziato delle presunte criticità nel poliambulatorio locale, per la carenza di personale.

Ecco quanto afferma la dirigenza della sanità tarantina:

“Non risponde al vero l’affermazione che il centro vaccinazioni e l’ambulatorio deputato alle visite per rinnovo della patente e di porto d’armi non riescono a far fronte alle richieste dell’utenza”

Si sottolinea, infatti, che l’ambulatorio viene aperto con regolarità e vi è una costante presenza di due infermieri professionali e un medico convenzionato, che permettono lo svolgimento di tutta l’attività prevista.

In questo poliambulatorio vengono effettuate le visite mediche di rinnovo della patente e del porto d’armi che vengono richieste dall’utenza.

Relativamente all’erogazione dei vaccini, l’Asl specifica che presso l’ambulatorio UNO “vengono eseguite le vaccinazioni alla presenza costante di 2 unità infermieristiche, supportate dalla presenza del medico nell’ambulatorio adiacente”.

In un mese si sono rivolti all’ambulatorio 144 utenti per la somministrazione delle vaccinazioni, pari a circa sette per ogni ora lavorativa.

L’Asl tiene a sottolineare che sono si sono verificati ritardi nella chiusura, dal momento che “le vaccinazioni e le altre pratiche di pertinenza sono state svolte con tranquillità entro gli orari previsti senza aver ricevuto lamentele da pare dell’utenza”.