Progetto di recupero e valorizzazione del territorio del comune di Taranto

Si chiama “reMar Piccolo: natura e tradizioni per rivivere il mare”  ed ha ottenuto il terzo posto sui fondi del programma POR PUGLIA 2014/2020 – ASSE VI – AZIONE 6.6 – SUB-AZIONE 6.6.A.

2
610
Progetto di recupero e valorizzazione del territorio del comune di Taranto
Fonte web: flickr di Alberto Vaccaro

TARANTO – Per il progetto racchiuso tra gli interventi per la tutela e la valorizzazione di aree di attrazione naturale integrata dei paesaggi costieri, è stato riconosciuto un importo pari a 1.298.682,00 euro.

L’area prescelta dove si dovrà intervenire è la fascia costiera del secondo seno del Mar Piccolo. In particolare, nel punto compreso tra il Parco Cimino e il molo dei Battendieri. Qui è racchiuso il SIC “Mar Piccolo”, la Riserva “Palude La Vela” e gli habitat presenti nel 65° Deposito dell’Aeronautica Militare, che sta per essere dismesso.

Con questo progetto, s’ intende intervenire per il recupero e la valorizzazione del territorio in quelle aree dove è difficile accedervi.

Fra queste vi è la costa del Mar Piccolo, dove s’intende realizzare delle infrastrutture che consentano l’avvio di nuove opportunità economiche.

Recuperando e valorizzando quegli spazi dismessi, come la ferrovia Circummarpiccolo, si possono trasformare in punti dove creare attività nuove che incrementino il turismo e diano nuove opportunità allo sport e alla cultura.

Il Sindaco Melucci afferma che: “Questo progetto rappresenta il primo tassello di una strategia a medio lungo termine orientata alla tutela e valorizzazione del paesaggio del mar piccolo di Taranto e che vede nella difesa e nella promozione del patrimonio culturale ed ambientale lo strumento principale per la creazione di nuove opportunità economiche e sociali legate al turismo sostenibile e alla blue economy”.

L’Assessore all’Ambiente Francesca Viggiano  crede in questo progetto perché l’area del Mar Piccolo costituisce un’oasi di biodiversità senza eguali.

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui