Rinaldo Melucci a Taranto continua la campagna elettorale

Rinaldo Melucci in giro per Taranto in vista delle elezioni comunali

Paolo Castronovi e Rinaldo Melucci della giunta di Taranto
Paolo Castronovi e Rinaldo Melucci della giunta di Taranto

TARANTO – Un Rinaldo Melucci sempre presente sul territorio quello che nel corso della scorsa settimana ha presenziato e presentato diverse opportunità in quel di Taranto prima di risultare positivo al covid. Sia tematiche ambientali sia politiche per l’ex sindaco che si appresta sempre più ad avvicinarsi alla fatidica data del 12 giugno 2022 durante la quale ci sara la sfida elettorale per la poltrona di sindaco ionico.

Rinaldo Melucci presenta l’autobus

Taranto è da sempre una città che guarda alle emissioni ambientali. Per questo è stato presentato e introdotto il primo autobus a idrogeno come spiega il politico “Presentato venerdì scorso l’autobus “Solaris Urbino 12 idrogeno”, un mezzo a emissioni zero alimentato da celle a idrogeno. Anche gli autobus elettrici alimentati da celle a idrogeno possono rappresentare un importante contributo all’obiettivo della riduzione delle emissioni inquinanti, fino al loro abbattimento completo, obiettivo ancora più importante per una città come Taranto. La trazione elettrica a idrogeno, infatti, può essere alternativa ma anche complementare rispetto a quella elettrica a batteria i cui primi esemplari saranno acquisiti prossimamente da Kyma Mobilità Amat. La sinergia di sviluppo di tutti i pilastri della mobilità elettrica accelererà la trasformazione del trasporto pubblico per diventare completamente privo di emissioni. Questa è una chiave per garantire un futuro spazio urbano con meno inquinamento.”

Parola alle imprese

Poi è la volta delle piccole e medie imprese che hanno piacevolmente invitato sempre Melucci per una conferenza stampa. “Le piccole e medie imprese sono interpreti privilegiate della diversificazione economica che abbiamo immaginato per Taranto. Per questo abbiamo trovato grande sintonia con gli imprenditori di Confapi, con il presidente cittadino Roberto Palasciano e con il presidente regionale Carlo Martino. Tutti hanno riconosciuto l’impegno che abbiamo posto nei confronti delle imprese: per la prima volta il governo cittadino si è rivolto loro concretamente, creando condizioni favorevoli agli investimenti. Abbiamo approfondito, infatti, il tema dello sportello unico delle imprese, della Zes e della formazione dei giovani. Anche con Confapi, inoltre, abbiamo condiviso l’idea di insediare una consulta permanente dello sviluppo, dove proseguire e migliorare il rapporto costruito con il tessuto economico locale.” Queste le sue parole.

Infine le parole sullo sviluppo

Poi è la volta della parola chiave sviluppo per la città ionica, fase che Melucci non ha mai scarsamente considerato per quanto riguarda la sua azione da politico. Infatti spiega che sviluppo “Significa investire in infrastrutture, partendo dalle più importanti ed essenziali come la nostra stazione centrale. Abbiamo realizzato con RFI il progetto per la sua completa riqualificazione. Ma non solo: Taranto avrà un nuovo, moderno scalo per l’alta velocità grazie a un ulteriore intervento che riguarderà la stazione Nasisi.”. Un punto di vista importante anche per quanto riguarda le infrastrutture ferroviarie.

LEGGI ANCHE – Rinaldo Melucci parla della Pasqua a Taranto