Taranto. Coordinatore provinciale di Libertas “Città dalle false promesse”

Federico Greco, come coordinatore provinciale di Libertas, fa delle considerazioni sulla situazione attuale della città di Taranto.

0
450
Taranto. Coordinatore provinciale di Libertas
Fonte web: Flickr di Alberto Vaccaro

“L’era Mittal è iniziata pochi giorni fa e niente va bene”. Il Coordinatore provinciale di Libertas si riferisce all’Ilva di Taranto.

E’ stato detto di tutto pur di rassicurare le famiglie sulla situazione critica dell’Ilva. Sono state fatte campagne elettorali e ogni partito ha fatto le sue promesse per illudere i cittadini.

Il risultato? A Taranto ci saranno 3100 esuberi e la maggior parte di questi lavoratori staranno in cassa integrazione per almeno 7 anni. Questo inciderà sui contribuenti con un costo di oltre 400 milioni di euro.

“Per non parlare, poi, di 1,4 miliardi persi sino ad oggi dall’Ilva in Amministrazione straordinaria. A parte le perdita per la bassa produzione, oggi ferma a 4,4 milioni di tonnellate”.

Federico Greco continua sottolineando che ancora una volta si continuano ad ignorare tre punti cardini della nostra Costituzione che garantiscono salute, lavoro e ambiente.

Sono tante le risposte che il gruppo politico Libertas vorrebbe dal Sindaco Melucci e dal Presidente Tamburrano.

Con riferimento alla sicurezza nelle scuole del rione Tamburi, cosa si sta facendo? I bambini dovranno respirare il gas Radon?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui