TARANTO – In un incontro fra il sindaco Rinaldo Melucci e l’assessore all’Urbanistica Ubaldo Occhinegro si è discusso su importanti progetti che riguardano il territorio.

E’ stato accolto a Palazzo di Città l’architetto Shajay Bhoosham, senior associate del celeberrimo studio londinese Zaha Hadid Arcchitects. Si è fatto il punto della situazione riguardo la riqualificazione del territorio e la rigenerazione urbana delle periferie.

L’obbiettivo è quello di mirare alla rinascita turistica, economica e culturale della Città Dei Due Mari. Per raggiungere questi obiettivi bisogna intervenire anche nelle aree più degradate.

Il primo cittadino ha dichiarato che bisogna ripartire: “dall’architettura di qualità e dal paesaggio, pianificando, recuperando e valorizzando il nostro patrimonio, ma sopratutto promuovendo la grande architettura contemporanea a Taranto, anche attraverso esempi che possano rappresentare attrattore iconici per l’intero bacino del Mediterraneo”.

L’assessore Occhinegro sostiene che si tratta di una “sfida che punta molto in alto ed ambisce ad una nuova Taranto, che rinasce grazie alla cultura, e ricerca la bellezza e l’arte in tutte le sue forme, per contrastare con forza l’idea consolidata che viene percepita di Taranto, di città unicamente votata all’industria”.

Lo studio londinese Zaha Hadid Architects ha illustrato alcuni progetti già realizzati in Italia come il Museo Maxxi di Roma, il grattacielo CityLife a Milano e la stazione dell’alta velocità di Afragola.