Taranto. Luciano Manna “Per la Tilgher siamo noi di Peacelink a mettere a rischio il mercato delle cozze”

Replica di Luciano Manna riguardo l'attacco del vice sindaco di Taranto Valentina Tilgher che accusa i peacelink di mettere a rischio il mercato delle cozze.

0
436
Taranto. Luciano Manna
wikipedia

Luciano Manna – Peacelink si sente attaccato dal vice sindaco di Taranto, Tilgher, in merito alla denuncia sulle cozze. Ritiene tutto questo poco istituzionale e a dir poco vergognoso.

“Lo ritengo lo sfogo personale di chi non comprende il ruolo che ricopre e di conseguenza sbaglia azioni e comunicazione mettendo a rischio i propri cittadini.

Per la Tilgher siamo noi di Peacelink a mettere a rischio il mercato delle cozze, lo fa il mio articolo recente pubblicato sui quotidiani, e non chi attualmente è sotto processo per avvelenamento di sostanze alimentari”.

Manna sottolinea l’evidenzia, poiché anche i dati che giungono dalla Asl, aggiornati al 2018 confermano il reato che mette a rischio la salute dei cittadini, ma non solo, poiché i mitili vengono immessi nel commercio per arrivare ad altre regioni italiane.

Aggiunge:”Ho denunciato tutto in Procura e aggiorno costantemente la Polizia Giudiziaria. Anche nel 2018 le cozze hanno valori oltre i limiti di legge per contaminazione di diossine e pcb, così come nel 2017, 2016, 2015…….

Caro vice sindaco, il suo intervento è davvero imprudente, e totalmente inopportuno. Per le mie denunce ho ricevuto minacce e per questo ho dovuto far intervenire i militari affinché queste minacce non si concretizzassero; le ho avute lo scorso anno e chi me le ha rivolte in questi giorni continua a cercarmi. Lei è un’ incosciente.

Tilgher deve avere il coraggio di denunciare il sistema malavitoso che regge il comparto ittico. Con questo intervento dimostra di essere una sciacalla!

Se dovesse succedermi qualcosa io denuncerò lei e i suoi compagni istituzionali che in passato hanno ribadito più volte sui giornali che noi siamo allarmisti e così facendo hanno contribuito a legittimare i delinquenti!”.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui