MARTINA FRANCA – Tiziana Schiavone, Assessore allo Sport aggiorna i tifosi sul destino dello Stadio Tursi, sottolineando che la decisione migliore è quella di chiuderlo e trasferire l’attività in zona Pergolo.

Continuano le richieste dei tifosi che non accettano la chiusura dello Stadio Tursi e le risposte dell’amm.ne comunale riguardo la volontà di chiuderlo definitivamente e trasferire l’attività in zona Pergolo.

Questa volta ad intervenire in merito, ci ha pensato l’assessore allo sport, Tiziana Schiavone che vuole rendere partecipi i tifosi e fornire i motivi di questa dolorosa decisione.

Ecco come si esprime:

Innanzitutto confermo che il 12 febbraio prossimo verrà sottoscritto il contratto per i lavori al campo “Fasano” in zona Cupa. Per lo stadio Tursi confermo che la volontà di tutta l’amm.ne è quella di chiudere l’impianto solo dopo aver effettuati i lavori previsti al Pergolo, sui quali inizieranno l’attività di progettazione sin dai giorni seguenti l’approvazione del bilancio preventivo”.

L’Assessore allo sport, quindi, tranquillizza i tifosi che non correranno sicuramente il rischio di rimanere senza Impianto sportivo.

Alla richiesta pressante dei tifosi riguardo la riapertura della tribuna coperta del Tursi, che da tre anni è chiusa,
Tiziana Schiavone risponde:

“In questi giorni con i tecnici comunali stiamo valutando i costi per la riapertura. Vi sono problematiche legate ad alcuni lavori per ripristinare l’agibilità della struttura ma confermo che faremo quanto nelle nostre disponibilità per riaprirla in tempi brevi, seppur sia opportuno segnalare che la chiusura dipende da un mancato rinnovo dell’agibilità da parte della gestione commissariale”.

La giusta preoccupazione dei tifosi, viene avvertita anche dal Presidente del Martina Calcio, Piero Lacarbonara:

Ritengo che dismettere un luogo storico della nostra città non sia giusto e bisogna ponderare bene le azioni da mettere in campo, così come penso i sentimenti dei tifosi debbano essere rispettati evitando, come nel caso dell’assessore Lasorsa, di interessarsi al calcio se non è quello il campo nel quale, come assessorato si deve operare“.

Il Presidente del Martino Calcio, esprime la sua delusione nei confronti dell’amministrazione, che ha lasciato la squadra a se stessa, senza offrire nessun aiuto. Lacarbonara aveva infatti espresso la necessità di aprire un tavolo con l’imprenditoria locale per il reperimento di sponsorizzazioni e fino a questo momento, non è arrivata nessuna azione.