Volumetrie improprie: partono le fasi attuative

Parte l'iniziativa del Comune di Taranto per riqualificare la Città Vecchia.

0
42
Comune di Taranto
Riconoscimento editoriale: Asia / Wikimedia.org

TARANTO Volumetrie improprie in via di abbattimento nella Città dei Due Mari. Infatti, il Comune di Taranto sta valutando quali sono gli edifici da abbattere in base al progetto che la stessa amministrazione Melucci ha mandato al Governo.

Infatti, il ministro Patuanelli ha stanziato un fondo solo per la Città Vecchia di Taranto, proprio a seguito del progetto del primo cittadino ionico. Ora, però, si va alle fasi operative. Il primo obiettivo è eliminare in altezza edifici pericolanti, oltre ad abbattere le volumetrie improprie in orizzontale. Per scegliere palazzi e modalità dei lavori, si procederà con il piano di diradamento urbanistico.

Così si eviteranno rischi di crolli per via dell’instabilità delle strutture. I palazzi avranno un peso più leggero, mentre i palazzi pericolanti che tolgono la vista al mare e luce alla Città Vecchia si abbatteranno.

Infatti, per molti anni, si è costruito senza permessi e senza fare le corrette valutazioni sulla gestione del carico. Per questo, servirà anche l’aiuto della Sovrintendenza. Infatti, alcuni edifici hanno un valore storico. Quindi, non si possono abbattere. In più, anche nei progetti di recupero si dovrà parlare di restauro.

Il progetto per abbattere le volumetrie improprie dell’amministrazione Melucci ha varato un fondo da 5 milioni di euro. Ora partiranno i lavori.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui