CASTELLANETA – Due dei reparti cardine dell’ospedale di Castellaneta ossia pediatria e il punto nascita sarebbero destinati, in un futuro prossimo, ad essere chiusi. Ciò che ha inciso maggiormente su questa decisione di sospensione dell’attività è la carenza di pediatri e di nascite.

Secondo lo schema dell’accordo effettuato nel 2010 fra Stato e Regione, i punti nascita con meno di 500 parti durante l’anno dovrebbero essere chiusi. Ciò che preoccupa di più comunque è la carenza di pediatri neonatologi, in quanto è una branca che richiede maggiori responsabilità e sono pochi coloro che si specializzano in questa.

Nel caso in cui venisse confermata la chiusura del punto nascita San Pio a Castellaneta, rimarrebbero attivi solo il punto nascita del SS. Annunziata e quello dell’Ospedale di Martina Franca. Un’emergenza reale per tutte le donne che devono partorire, ma anche per gli ospedali che potrebbero non avere la capacità necessaria per accogliere le partorenti che oggi hanno come punto di riferimento l’ospedale di Castellaneta.