A Castellaneta sorge un nuovo ambulatorio di emodialisi

La realizzazione ad opera dell'Ospedale "F. Miulli" darà la possibilità ai pazienti di una dialisi domiciliare integrata.

0
382
Nuovo ambulatorio di emodialisi apre a Castellaneta
Riconoscimento editoriale: Pagina Facebook / Ente Ecclesiastico Ospedale Miulli

CASTELLANETA – Nella mattinata di ieri è avvenuta la posa della prima pietra, per la realizzazione di una struttura all’avanguardia, mai realizzata nel territorio. Risponderà alle esigenze dei pazienti che potranno fare la dialisi a domicilio.

Alla cerimonia di apertura del nuovo ambulatorio sono intervenuti il sindaco di Castellaneta, Giovanni Gugliotti e S.E. Mons. Giovanni Ricchiuti, Governatore E.E. Ospedale “F. Miulli” e S.E.R. Mons. Claudio Maniago per la benedizione di rito.

Il servizio di dialisi che sarà attivo a partire dal 2020, intende rispondere alle esigenze dei pazienti che fanno dialisi e opererà in stretta coordinazione con l’Unità Operativa Complessa di Nefrologia e Dialisi del Miulli, diretta dal dott. Carlo Lomonte.

Questo nuovo servizio vedrà l’implementazione del servizio di dialisi domiciliare integrata.

Trent’anni fa l’Ospedale Miulli, avviò l’attività ambulatoriale di emodialisi e decise di farlo a Castellaneta, consentendo così a molti pazienti del territorio limitrofo, il servizio di emodialisi. Ciò permise di evitare di doversi recare presso l’Ospedale di Acquaviva delle Fonti.

Nel corso degli anni, il centro ha garantito un’attività di visite specialistiche ambulatoriali ed è divenuto un importante punto di riferimento per il territorio; il numero dei pazienti è cresciuto, pari passo con qualità e professionalità del centro.

A distanza di tempo, è nata l’esigenza di de-ospedalizzare i trattamenti dialitici, offrendo anche la possibilità di una dialisi domiciliare integrata, venendo così incontro alle esigenze dei pazienti più fragili.

Ecco che il Miulli ha deciso che era ora di realizzare un nuovo servizio di dialisi ad assistenza decentrata, provvisto delle più moderne tecnologie, grazie alla partnership con NephroCare e di concerto con le Istituzioni locali e regionali.

Finalmente il progetto si è realizzato e il nuovo servizio permetterà “l’implementazione di tecniche dialitiche innovative, offrirà trattamenti depurativi personalizzati”, consentendo ai pazienti di seguire il trattamento e rispondendo alle loro esigenze.

Il nuovo centro sorto a Castellaneta si estende su una superficie di 766 mq e conterà 14 posti di dialisi. Comprenderà un grande parcheggio di 230 mq e uno spazio verde di 2.261 mq.

La struttura realizzata al passo con i tempi, può essere definita “a energia quasi zero”, dal momento che sono stati rispettati tutti i requisiti di legge e gli obblighi di integrazione delle fonti rinnovabili.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui