CISL Taranto contesta l’ASL per riduzione servizi ai pazienti oncologici

La CISL di Taranto ha contestato all'ASL territoriale la conversione di alcune strutture ospedaliere in unità Covid-19 riducendo i servizi per i pazienti oncologici.

ASL - Taranto

TARANTO – La CISL di Taranto ha contestato l’ASL territoriale in quanto la conversione di alcune strutture ospedaliere come unità Covid ha comportato una riduzione servizi ai pazienti oncologici.

Questo problema è successo all’Ospedale Giannuzzi a Manduria e sta succedendo anche al presidio ospedaliero della Valle d’Itria a Martina Franca.

Il Sindacato CISL Taranto ha dunque rilasciato una nota in cui il segretario Gianfranco Solazzo insieme a Pietro De Giorgio (Federazione Pensionati) afferma: l’ASL chiude i reparti oncologici, prima quello di Manduria e poi quello di Martina Franca per trasformarli in unità Covid-19.