Home Notizie Sanità CISL Taranto contesta l’ASL per riduzione servizi ai pazienti oncologici

CISL Taranto contesta l’ASL per riduzione servizi ai pazienti oncologici

La CISL di Taranto ha contestato all'ASL territoriale la conversione di alcune strutture ospedaliere in unità Covid-19 riducendo i servizi per i pazienti oncologici.

ASL - Taranto

TARANTO – La CISL di Taranto ha contestato l’ASL territoriale in quanto la conversione di alcune strutture ospedaliere come unità Covid ha comportato una riduzione servizi ai pazienti oncologici.

Questo problema è successo all’Ospedale Giannuzzi a Manduria e sta succedendo anche al presidio ospedaliero della Valle d’Itria a Martina Franca.

Il Sindacato CISL Taranto ha dunque rilasciato una nota in cui il segretario Gianfranco Solazzo insieme a Pietro De Giorgio (Federazione Pensionati) afferma: l’ASL chiude i reparti oncologici, prima quello di Manduria e poi quello di Martina Franca per trasformarli in unità Covid-19.

Exit mobile version