Di Gregorio ha chiesto audizione urgente sulla emergenza sanitaria nel tarantino

Il consigliere regionale Vincenzo Di Gregorio ha richiesto una audizione urgente sulla emergenza sanitaria in provincia di Taranto. Le sue dichiarazioni.

Taranto. Emergenza sanitaria. Occorre unire le forze per un unico obiettivo
foto di wikipedia

TARANTO – A proposito della emergenza sanitaria nella provincia di Taranto, il consigliere regionale Vincenzo Di Gregorio ha richiesto un’audizione urgente, dopo aver denunciato numerosi disservizi nel sistema sanitario del territorio nei giorni scorsi. Nel chiedere l’audizione, Di Gregorio non ha mancato di elencare le principali criticità emerse dalla sua analisi.

Le dichiarazioni di Vincenzo Di Gregorio

“L’estate e la pandemia Covid hanno messo a nudo le lacune preesistenti della sanità tarantina”: dalla mancanza dei medici presso l’Unità di Terapia Intensiva Neonatale e al Pronto Soccorso, alla chiusura di reparti ospedalieri, fino alle lunghissime e quasi eterne attese per sottoporsi a esami strumentali e prestazioni specialistiche. “Si moltiplicano le denunce di cittadini, sindacati, associazioni e degli stessi operatori della sanità costretti spesso a turni estenuanti per assicurare il servizio”. Certamente il grande ospedale San Cataldo che sta per essere costruito nella città di Taranto rappresenta un segnale di speranza, ma al tempo stesso “i cittadini che si ammalano non possono aspettare e hanno diritto a un efficiente sistema di diagnosi e cura”. Inoltre, conclude, “non va dimenticato che il territorio ionico è sede di un grande polo industriale il cui impatto sulla salute è stato dimostrato da diversi studi scientifici”.