Località turistica di Manduria senza Guardia Medica

Il Consigliere regionale Morgante denuncia la grave carenza.

0
47

MANDURIASan Pietro in Bevagna è la principale località turistica della città tarantina, molto popolata specialmente durante la stagione estiva. La mancanza di una Guardia Medica non è un problema da sottovalutare.

Per questa grave lacuna, il consigliere regionale Morgante invoca l’intervento della Asl.

Richieste che toccano argomenti a tutela della salute umana sono molto apprezzabili. Viene, infatti sottolineato che se manca un servizio basilare come una Guardia Medica, è come non aver fatto nulla per la comunità.

Il consigliere regionale sostiene che si tratta di un servizio di normale civiltà. Deve garantire il diritto alla salute, all’assistenza, alle cure di una comunità allargata che riguarda anche i numerosi turisti che popolano quella parte incantevole di costa joinica, che comprende San Pietro in Bevagna.

Morgante ricorda che la mancanza di un servizio di questa importanza, vanifica qualsiasi investimento, sforzo e tentativo di promozione e valorizzazione del territorio.

Il consigliere parla di “Penalizzazione che diventa un autogol inaccettabile e disastroso, che va ben oltre i notevoli disagi arrecati all’utenza”.

Si chiede, pertanto, ai vertici dell’Asl di intervenire tempestivamente, per ripristinare la Guardia Medica a San Pietro in Bevagna.

Si prevede che per il mese di Agosto, sarà impossibile attivare il servizio da parte della Asl.

Sul tema scottante della Sanità interviene Francesca Franzoso.

La Consigliera regionale ricorda come l’area orientale della provincia continui ad essere penalizzata dai vari Piani di Riordino ospedalieri della Regione Puglia.

In una nota firmata dalla rappresentante di Forza Italia, autrice degli emendamenti di modifica al regolamento del Piano di Riordino ospedaliero, Francesca Franzoso dichiara:

“Via libera in Commissione Sanità agli emendamenti per ripristinare la classificazione di Primo livello per l’ospedale “Marianna Giannuzzi” di Manduria e per istituire l’ospedale di Comunità al “San Marco” di Grottaglie”.

La consigliera regionale vuol fare di tutto per tutelare gli ospedali Giannuzzi e San Marco a beneficio delle comunità di Manduria e di Grottaglie.