Tanti problemi al poliambulatorio di Statte: le critiche di Renato Perrini (FdI)

Renato Perrini, consigliere di Fratelli d’Italia, denuncia le numerose criticità al Poliambulatorio di Statte. Le dichiarazioni.

poliambulatorio di statte

TARANTO – Si registrano numerose criticità al Poliambulatorio di Statte: le denuncia il consigliere di Fratelli d’Italia Renato Perrini. I problemi che affliggono la struttura sanitaria sono sia di livello strutturale, sia di livello sanitario. Mancano infatti le strumentazione adatte, il personale e inoltre si segnalano anche problemi di igiene.

Mancano personale, strumenti e attrezzature

La gravità è doppia se si pensa che, per dirla con le parole di Perrini, “il Poliambulatorio di Statte non è una struttura sanitaria qualsiasi. È al servizio di un territorio ad alto rischio ambientale e pertanto destinatario degli interventi previsti dal piano emergenza ex Ilva”. In questa struttura, pertanto, si dovrebbero effettuare gli screening e le attività specialistiche di controllo per i pazienti a causa dell’emergenza ex Ilva, oltre a una serie di servizi di monitoraggio e prestazioni ambulatoriali. “Di tutto questo non c’è traccia”, dice Perrini. “Il reclutamento del personale che serve per svolgere tutti gli obiettivi accordati con il Patto d’Intesa non è mai avvenuto. Manca una pianta organica del personale e l’acquisto di strumenti e attrezzature tecnologicamente avanzate per eseguire screening e prestazioni specialistiche non è mai avvenuto”. Inoltre, manca anche la guardia medica.

Poi c’è anche un problema di pulizia dei locali: “Ci sono solo due addetti alla pulizia e molte volte un solo addetto per una estensione di circa 2700 metri quadri”. Inoltre sono presenti infiltrazioni, dal soffitto penzolano pannelli cadenti e quando piove l’acqua penetra attraverso le finestre. Da qui la richiesta la direttore generale della Asl Taranto Vito Gregorio Colacicco di effettuare urgentemente un sopralluogo presso la struttura.