fbpx
Home Notizie Sanità Vaccino: lotto ABV2856 AstraZeneca agli insegnanti, i rischi

Vaccino: lotto ABV2856 AstraZeneca agli insegnanti, i rischi

In questi giorni non si parla d’altro: il vaccino AstraZeneca è al centro delle polemiche per alcuni casi sospetti. Intanto nel tarantino ci si preoccupa.

AstraZeneca vaccino
Riconoscimento editoriale: StanislavSukhin / Shutterstock.com

In Italia, più che altrove in Europa, si è fatto un gran parlare delle conseguenze del vaccino AstraZeneca, con il rischio di morti sospette correlate alla somministrazione vaccinale. Nonostante vi siano state smentite da più parti, ormai il timore è stato lanciato e così anche negli istituti De Amicis-Manzoni di Massafra, nel Diaz di Laterza e Nel Pascoli-Giovinazzi di Castellaneta c’è un po’ di paura per le somministrazioni del vaccino (lotto ABV2856) effettuate a fine febbraio. Il lotto appena indicato, lo ricordiamo, è stato ritirato dall’Agenzia del Farmaco per precauzione.

Vaccino AstraZeneca lotto ABV2856: Asl Taranto rassicura

La Asl di Taranto ha voluto rassicurare i diretti interessati, affermando che “in assenza di sintomi allo stato attuale il tempo trascorso dalla data di somministrazione consente di rassicurare sull’eventuale rischio nei soggetti che hanno ricevuto il vaccino”. Sono invece praticamente normali “eventuali reazioni alla vaccinazione, come mal di testa, febbre, dolori al braccio o dolori muscolari e articolari”, poiché sono considerabili come semplici e normali “reazioni dell’organismo che organizza la risposta immunitaria al vaccino” e dunque “non sono correlabili con problematiche di singoli lotti”, il chiarimento finale.