Cittadino Protagonista: nasce a Massafra una nuova associazione

Il nuovo sodalizio politico culturale è stato presentato ieri a palazzo della cultura "Nicola Lazzaro"

0
100
Cittadino Protagonista Massafra

MASSAFRA – Presentata ieri 17 luglio a Massafra a palazzo della cultura “Nicola Lazzaro” una nuova realtà associativa. Si tratta dell’associazione politico culturale “Cittadino Protagonista“.

A presentare il nascente sodalizio i fondatori: Giuseppe Spera, Giovanni Matichecchia, Michele De Giorgio, Alessandro Di Bello, Angelo Giannotta.

«Questo gruppo di cittadini – spiegano i fondatori – nasce per dare risposta all’esigenza di partecipazione alla vita politica nella città di Massafra, esigenza particolarmente sentita dal momento che la politica sembra aver dimenticato la sua nobile funzione di terreno delle scelte nell’esclusivo interesse dei cittadini e della comunità in generale.»

L’associazione intende mettere il cittadino, la persona, al centro della vita amministrativa della città: «L’attiva partecipazione assegna valore al ruolo propositivo del Cittadino e lo rende Protagonista della vita pubblica. Potrà finalmente avanzare proposte in prima persona o con associati con la certezza che saranno vagliate ed avranno risposta motivata. Il cittadino impegnato – chiariscono i fondatori – potrà esigere la piena trasparenza dell’amministrazione richiedendo informazioni e documentazioni utili alla formulazione di pareri nelle scelte più importanti. Insomma, una politica che metta la Persona al centro del progetto in tempi in cui l’unico punto di riferimento sembra essere il denaro.»

Dai fondatori i punti cruciali della visione politica dell’associazione: «Corollario di questa impostazione politica è la vigile attenzione alla gestione del patrimonio e delle strutture pubbliche nell’interesse di tutti affinché i servizi siano fruibili da tutti a costi strettamente necessari al loro mantenimento e funzionamento. Atri elementi essenziali del nuovo modo di amministrare – continuano approfondendo – saranno: la massima trasparenza nelle scelte e nella comunicazione, la chiarezza nel linguaggio a tutti i livelli, la sistematicità della informazione, un profondo impegno per una migliore assistenza sanitaria, l’incoraggiamento della cooperazione, l’attenzione alla cultura intesa come crescita comune e humus per realizzare quella coesione sociale la cui mancanza è caratteristica negativa della nostra città.»

Infine gli obiettivi: «Questo gruppo si muoverà all’insegna del sano pragmatismo post ideologico avendo come obiettivo il bene comune fondato sulla partecipazione e sul controllo da parte dei cittadini.»

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui