Servizio civile: tre progetti interessanti in cantiere

Presentati ieri i progetti e le modalità di partecipazione.

0
162
servizio civile, massafra

MASSAFRA – Interessante incontro ieri 25 settembre a Massafra. Al teatro comunale “Nicola Resta” si è parlato di servizio civile, una bella opportunità per i giovani.

In apertura l’indirizzo di saluto del primo cittadino di Massafra Fabrizio Quarto che ha sottolineato la valenza dell’esperienza di lavoro lunga un anno offerta dai progetti legati al servizio civile: «Sicuramente – ha affermato quarto – questa sarà una bella esperienza per chi la farà.»

Si è entrati nel vivo con l’intervento del vicesindaco ed assessore Maria Cristina Ricci che ha illustrato in maniera generale i tre progetti che saranno portati avanti a Massafra tra il 2019 ed il 2020. Si partirà con una fase di formazione per poi avviare concretamente le attività a partire da gennaio 2020. «Il comune di Massafra – ha specificato Maria Cristina Ricci – è il comune che ha ottenuto la possibilità di avere il più alto numero di volontari della provincia, a bando ci sono ben 22 posti disponibili.»

A Massafra sarà necessaria la collaborazione di 22 volontari suddivisi per i tre progetti. Per il progetto “Insieme per Massafra“, nel settore assistenziale sociale, occorreranno 4 volontari; per “Massafra: Sport e Alimentazione”, nel settore dell’educazione e promozione culturale e dello sport occorreranno 6 volontari; per “Massafra Experience”, nel settore del patrimonio storico, artistico, culturale e del turismo sostenibile occorreranno 12 volontari.

I tre progetti sono stati illustrati con dovizia di dettagli da due progettisti, la dottoressa Lucia Lazzaro ed il dottor Luigi Serafino.

Da Lucia Lazzaro i dettagli di “Massafra Experience“, progetto grazie al quale daranno valorizzati alcuni luoghi della città a beneficio dei turisti. La collaborazione dei volontari renderà fruibile ai visitatori il museo civico della Civiltà contadina e dell’olio e la stanza laboratorio dedicata all’Edu game della Farmacia del Mago Greguro ubicati al piano terra del castello medievale, migliorerà la fruizione del Museo della Chora ospitato dal palazzo della cultura “Nicola Lazzaro”, trasformerà il chiosco ristrutturato in piazza Vittorio Emanuele in un punto di acceso informativo per i turisti.

Luigi Serafino ha illustrato i dettagli di “Insieme per Massafra” e “Massafra: Sport e Alimentazione”.

Il progetto dedicato agli anziani è articolato in tre gruppi di lavoro: “Nonno Computer” che prevede l’insegnamento ai nonni delle nozioni base per utilizzare il computer; “Nonno Giornalista” che prevede la creazione di un giornalino cartaceo che consentirà ai nonni di divulgare notizie riguardanti le problematiche degli anziani, i loro consigli su argomenti particolari, le risposte a domande di qualsiasi genere ecc; “Nonno Fioraio” prevede che i nonni insieme ai volontari abbiano cura dei fiori e delle piante di alcune aree individuate dall’Ufficio Tecnico per abbellire il verde pubblico e per sensibilizzare al rispetto delle aree pubbliche. I volontari di”Insieme per Massafra” saranno inoltre impegnati in attività di assistenza domiciliare o presso le strutture preposte, per l’aiuto nelle attività quotidiane; più precisamente, accompagnamento alle terapie, aiuto nell’accesso a strutture sanitarie, riabilitative, o comunque d’interesse per la quotidianità dell’anziano; organizzazione di servizi di consegna a domicilio dei farmaci; organizzazione di servizi di consegna a domicilio della spesa, ecc.

Con “Massafra: Sport e Alimentazione” si intende diffondere tra la maggior parte dei minori di età comprese tra i 7 ed i 13 anni la conoscenza delle corrette abitudini alimentari e l’importanza dell’attività motoria e favorire la partecipazione dei minori ad attività sportive in maniera continuativa durante l’anno.

Sia il dottor Serafino che la dottoressa Ricci hanno sottolineato l’importanza della componente motivazionale alla partecipazione al progetto che sarà tenuta in considerazione anche nel corso del colloquio di selezione.

Le istanze di partecipazione ai progetti vanno inoltrate da ragazzi di età compresa tra i 18 ed i 29 anni entro e non oltre le 14 del 10 ottobre 2019. Sarà possibile presentare la domanda di candidatura esclusivamente on-line mediante una piattaforma accessibile unicamente con l’utilizzo di credenziali SPID personali.

Ulteriori informazioni sono reperibili on line consultando la sezione dedicata del sito internet istituzionale del comune di Massafra.