Calcio: Al “Città di Massafra” arrivano Serri e Manzari

Dopo il difensore centrale Antonio Anglani e l'attaccante esterno Ivan Forbes la squadra giallorossa acquista l'esterno destro adattabile anche a sinistra Leonardo Serri e l'attaccante Gennaro Manzari

Leonardo Serri
Leonardo Serri

MASSAFRA – Prosegue a larghi passi la campagna acquisti del “Città di Massafra“. La squadra giallorossa si impreziosisce delle performance di Leonardo Serri, esterno destro adattabile anche a sinistra.

Nato a Fasano e proveniente proprio dalla compagine biancoazzurra, Serri ha giocato in C2 per il Monopoli, in serie D per la Vibonese e in Eccellenza per Mola, Galatina, Fidelis Andria, Bisceglie, Manduria e Locorotondo.

«È bastata una semplice chiacchierata – ha dichiarato Serri – ho appreso subito di aver trovato gente che si voleva mettere a disposizione. Mi sono immediatamente fidato anche del ds Sgrona che è una persona molto conosciuta. Impressioni positive.»

Alla domanda quali sono i suoi obiettivi per il prossimo campionato Serri risponde: «Personalmente non me ne pongo mai: l’importante è fare sempre bene e sudare la maglia. Poi, i gol arriveranno. La società vuole una salvezza tranquilla ma è importante puntare sempre in alto.»

Quanto al campionato, chiare le prospettive tracciate da Serri: «Si prospetta un girone d’Eccellenza tostissimo con la Sly che sta facendo acquisti pazzi e con tante formazioni che si attrezzeranno. E’ una Premier League pugliese che offre grande visibilità. Ogni match sarà una guerra.»

«Ho giocato a Massafra da avversario – ha ricordato Serri – e mi ha sempre fatto un bell’effetto. I tifosi sono molto calorosi. Vediamo quali saranno le normative riguardanti la riapertura degli stadi…»

Qual è il punto di forza del nuovo acquisto? A spiegarlo lo stesso atleta: «Il mio punto di forza è la velocità. Sono rapido e ho una discreta tecnica con un buon tiro.»

Altro acquisto del “Città di Massafra” è l’espertissimo attaccante Gennaro Manzari.

Gennaro Manzari attaccante
Gennaro Manzari

Nato a Bari classe 1985, proviene dalla Sly United e vanta tantissimi gol in carriera. Soprannominato “il condor”, Manzari ha lasciato subito il segno nel corso della sua prima esperienza in Promozione a Conversano mettendo a segno 20 reti. Questo successo gli fa guadagnare l’anno dopo l’avanzamento in serie D con il Noicattaro. Dopo queste esperienze il bomber barese permane in Eccellenza. In quest’ ambito ha realizzato più di 200 marcature arrivando sempre in doppia cifra con le maglie di Andria, Monopoli, Terlizzi, Molfetta, Sudest Locorotondo, Trani, Bitonto e Corato.

Dal nuovo attaccante giallorosso alcuni dettagli sulla trattativa: «Com’è nata la trattativa? Tramite il ds Sgrona. Poi, ho incontrato il tecnico D’alena e il dg Difino: c’è stata subito intesa a pelle. Un rapporto tra veri uomini che mi ha permesso di accettare immediatamente. Siamo d’accordo su tanti punti di vista. Avevo richieste, anche da categorie superiori, ma ho scelto Massafra per la squadra che si sta allestendo e per le buone intenzioni della società.»

Chiari i propositi di Manzari: «La prima cosa sarà aiutare la squadra in modo da raggiungere gli obiettivi prefissati. In ogni partita sono abituato a mettere anima e cuore. Vorrei ottenere quaranta vittorie su quaranta ma so che non è possibile. Prometto che darò tutto.»

Manzari ha commentato il prossimo campionato: «A differenza dell’anno scorso in cui c’erano soltanto due squadre, quest’anno oltre al Barletta e al Trani, che stanno facendo un mercato incredibile, ci saranno formazioni ostiche come Martina e, perché no, anche Massafra. Si alzerà la qualità del campionato che sarà molto avvincente. Ci saranno sorprese: non si vince sempre con i nomi….»

Ambiziosi gli auspici del bomber barese: «In tutti questi anni sono andato, praticamente, sempre in doppia cifra. Speriamo che questo possa accadere anche con la maglia giallorossa. Amo stare in area e sfruttare i cross dei compagni. Quest’anno al mio fianco avrò degli esterni fortissimi e sarà un piacere sfruttare i loro assist.»

Da Manzari una richiesta ai tifosi: «La città di Massafra, in questo campionato, mancava da tanto. I tifosi si stanno riavvicinando alla società che sta facendo cose ottime e va ringraziata. Ai supporters chiedo di venire allo stadio e di incitarci: uniti possiamo raggiungere obiettivi importanti.»