Isacco Simeone, nella disciplina del Taekwondo ha raggiunto il settimo Dan ed è tra i più giovani in Italia a ottenere il titolo

Il Maestro Isacco Simeone, già arbitro federale FITA, ha vinto il settimo Dan di Taekwondo e gli atleti della sua STS Martial Arts conquistano onori e medaglie.

0
227
Martial Arts Simeone

MASSAFRAUn traguardo raggiunto dopo aver messo in piedi una lunga carriera agonistica che gli ha concesso di entrare nella storia di questo particolare sport: è la storia di Isacco Simeone, vincitore del Settimo Dan. E’ il più giovane in Italia ad aver raggiunto questo titolo. Simeone intervistato da Tutto Sport Taranto spiega tutta la tua emozione, ancora oggi difficile da contenere: “La cosa importante, nello sport come nella vita, è porsi degli obiettivi e riuscire a raggiungerli. Arrivare al settimo Dan mi riempie di orgoglio e anche se fino a venti anni fa non ci pensavo proprio, ad oggi grazie agli obiettivi che mi sono prefissato, posso essere felice per il traguardo raggiunto. Ora sono già pronto per la prossima sfida”.

Isacco Simeone campione, sei giorni dopo la morte del padre

Isacco Simone qualche giorno prima dell’esame purtroppo ha perso suo padre ed ha dovuto affrontare questa sfida nonostante un tale pesante lutto. A sostenerlo, il calore dei ragazzi della sua scuola di Taekwondo, STS, che gli hanno dato la forza di affrontare l’esame pur vivendo un forte dolore:

“Non era il periodo giusto per affrontare una sfida di questo livello, ma era impossibile fare un passo indietro dopo sette anni di preparazione. Infine ho concentrato la mia emozione proprio sulla competizione e ce l’ho fatta. Il prossimo obiettivo è tra 7 anni, l’ottavo Dan” spiega il Maestro Simeone.

La vittoria dei piccoli atleti di Simeone

Intanto nei giorni scorsi, nella terza edizione dei “Martial Arts Games” di Massafra molti i suoi piccoli allievi che hanno vinto premi e ricevuto riconoscimenti. Il Maestro Isacco Simeone anche arbitro federale FITA, si è detto molto soddisfatto dei risultati raggiunti.

“I ragazzi sono in via di formazione con lo sport. Il Taekwondo serve per trasformarli, proprio come dice il motto della scuola di arti marziali, in campioni nella vita prima che nello sport” conclude Isacco Simeone.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui