SSD Massafra 1963: il sì alla ripartenza del campionato di eccellenza

Nella nota stampa le motivazioni del consenso e l'intervento del DG Difino

ssd massafra 1963

MASSAFRA – Interessanti novità dal mondo del calcio massafrese. Con una nota postata sul profilo ufficiale della società, SSD Massafra 1963 ha informato di aver inoltrato il consenso alla ripartenza del campionato di Eccellenza Pugliese, interrotto a causa della pandemia il 25 ottobre scorso.

«Con comunicazione inviata mezzo posta certificata al Comitato Regionale Puglia – LND – si legge nella nota – la Società del presidente Rubino ha di fatto formalizzato nella giornata di oggi (15 marzo 2021 n. d. r.) la sua adesione alla ripartenza del Campionato di Eccellenza Pugliese che ricordiamo si era interrotto il 25 Ottobre scorso a causa dell’impennarsi dei contagi da Covid alla 4° giornata del girone di andata.»

Nel post anche il commento del direttore generale della SSD Massafra 1963 Pino Difino:

«Non potevamo di certo esimerci da questa valutazione. Abbiamo deciso di ripartire – ha spiegato il DG – innanzitutto per un impegno morale nei confronti della città e di tutti quei tifosi che in estate avevano abbracciato con entusiasmo il ritorno in Eccellenza. In tutti questi mesi – ha inoltre precisato – il nostro silenzio è stato da molti interpretato in maniera negativa. Si parlava di sfascio, di crisi tecnica ed economica. Ci tengo a precisare che abbiamo continuato alacremente a lavorare nella speranza che arrivasse questo momento. La componente societaria e quella tecnica sono sempre state in contatto e, nonostante le partenze a Dicembre, la squadra è completa e valida. Il nuovo format senza retrocessioni ci permetterà di valutare i nostri giovani nella speranza di porre le basi per il prossimo anno.

Piuttosto – ha osservato pungente Difino – devo rimarcare il rinnovato disagio che dovremo affrontare dovuto alla non disponibilità dello Stadio Italia che nonostante l’inizio dei lavori non è stato ancora completato. Magari è di questo che i soliti contestatori avrebbero dovuto preoccuparsi invece di fare illazioni senza senso.»

Intanto in questi giorni sono arrivate dalla Lega Dilettanti le disposizioni per il protocollo sanitario da adottare ovvero quello previsto per la Serie D: tampone obbligatorio per tutto il gruppo-squadra entro le 48 – 72 ore precedenti al fischio di inizio; isolamento e quarantena per i positivi; rientro in gruppo dopo almeno dieci giorni e, ovviamente, con test negativo.

La ripresa del campionato sembra essere stata organizzata. La prima partita, a quanto pare, dovrebbe essere disputata domenica 11 aprile. L’ultimo turno potrebbe disputarsi il 6 giugno.

Nelle quattro domeniche successive, semifinali e finali play-off. La squadra vincitrice approderà in Serie D e non ci saranno retrocessioni.

Mariella Eloisia Orlando