Nuova multa per il Taranto Calcio: perché e quanto deve pagare

Ammenda salata per il Taranto Calcio, come deciso dal giudice sportivo: ecco l’importo da pagare e le ragioni alla base della multa.

Taranto
Taranto calcio, Riconoscimento editoriale: Taranto calcio

TARANTO – La società Taranto Calcio è stata multata di 2.000 euro dopo l’incontro contro la Paganese finito 1 a 1 allo stadio Erasmo Iacovone. Un punto che piazza la squadra jonica al nono posto a pari punti (31) con il Foggia. Queste le decisioni del giudice sportivo, che ha così giustificato la sussistenza e l’importo dell’ammenda.

Taranto multato: tutti i motivi spiegati dal giudice

La società è stata infatti multata “per fatti violenti commessi dai suoi sostenitori integranti pericolo per l’incolumità pubblica”. Tali fatti violenti sono elencati di seguito: “Aver lanciato dalla curva occupata dagli stessi all’interno del recinto di gioco, al 45° minuto del secondo tempo, una bottiglietta dietro la porta difesa dal portiere della squadra ospite e, al termine della partita, cinque bottigliette mentre i giocatori della squadra ospite raggiungevano il tunnel verso gli spogliatoi, in entrambe le occasioni senza colpire e causare danni ad alcuno”.

Inoltre i tifosi rossoblù hanno fatto esplodere, al 43° minuto del primo tempo, un petardo all’interno della curva occupata dagli stessi e per avere intonato cori oltraggiosi nei confronti dei tifosi della squadra ospite e di altra Società militante in altro campionato (al 15° minuto del primo tempo), oltre che nei riguardi di istituzioni calcistiche (39° minuto del secondo tempo).