TARANTO – L’11 maggio è stata presentata la candidatura ai Giochi del Mediterraneo 2025 al Presidente del Coni Giovanni Malagò, il quale entro il 19 maggio dovrà presentare al Cijm l’annuncio di candidaura.

Il dossier della candidatura dovrà essere presentato al Comitato Internazionale dei giochi del Mediterraneo entro il 15 luglio.

Il primo cittadino assicura che verranno riqualificati gli impianti sportivi già esistenti, con eccezione della piscina olimpionica coperta e scoperta, che dovrà essere realizzata in toto.

L’incontro tra il Sindaco Rinaldo Melucci e il Presidente del Coni, è avvenuto a Roma alla presenza del Direttore di Asset Puglia Raffaele Sannicandro.

Il primo cittadino ha illustrato dettagliatamente e mostrato il dossier della candidatura di Taranto alla 20esima edizione dei Giochi del Mediterraneo. Malagò ha apprezzato il lavoro svolto fino ad ora dal neocostituito Comitato Promotore di Taranto 2025 e ha confermato che esistono tutti i presupposti perché Taranto possa presto essere individuata come unica candidata italiana e che quindi verrà presentata e sostenuta presso il Comitato Internazionale di Atene nei prossimi mesi.

Le location dei Giochi del Medierraneo.

Le gare dei giochi del Mediterraneo dovrebbero coinvolgere, oltre la città di Taranto, anche Grottaglie, San Giorgio Jonico, Castellaneta, Martina franca, per l’equitazione, Laterza, Manduria, Ginosa, Riva dei Tessali, Francavilla Fontana, Fasano per la Pallamano e anche la città di Matera.

A Taranto, oltre allo Jacovone e al futuro campo scuola che dovrebbe contenere 8 corsie, s’ intende utilizzare anche il PalaMazzola, il PalaFiom e anche il Mar Piccolo per le gare di Canoa, canottaggio e Vela.

Quando la candidatura da parte del Coni sarà ufficiale, il Comune di Taranto ed Asset valuteranno la possibilità di trovare una location per realizzare da zero la piscina olimpionica.