CASTELLANETA – L’Azienda Masseria Fruttirossi ha messo a punto un sistema innovativo che andrà a ridurre i danni delle produzioni agricole causate dai repentini cambiamenti climatici.

In un momento come questo in cui appare evidente a tutti come l’inquinamento del Pianeta stia causando delle mutazioni climatiche, l’iniziativa dell’azienda agricola di Castellaneta arriva al momento giusto.

Sappiamo quanto grandine, pioggia e neve, nel corso dell’inverno, ma anche a primavera, abbiamo messo in ginocchio molti agricoltori. Ora ci auguriamo che qualcosa possa cambiare e contro i cambiamenti climatici arriva un aiuto proprio dall’agricoltura.

Sistema innovativo contro i cambiamenti climatici

L’azienda Masseria Fruttirossi è divenuta famosa per la coltivazione dei frutti benefici alla salute. Ricchi di proprietà antinvecchiamento.

Ha messo a punto un sistema di sensori utili per monitorare la crescita delle piante e lo stato dei terreni, in modo da intervenire qualora ne avessero bisogno.

La nota azienda che si estende per 280 ettari e coltiva melograni, aronia e bacche di goji, è famosa a livello nazionale, per l’adozione di sistemi innovativi e perché i suoi giovani imprenditori guardano al futuro con un’alimentazione che va incontro alle esigenze salutistiche eliminando ogni ingredienti dannosi alla salute.

In collaborazione con l’Università di Bari e assieme a un’azienda di Triggiano, l’azienda Masseria Fruttirossi ha installato sofisticati kit, con batteria ad alimentazione solare, che posseggono sensori ambientali-vegetazionali e meteorologici.

Ecco di cosa si compongono: ” Sistema di water intelligence che misura in tempo reale le necessità idriche delle coltivazioni, nonché di un pannello di monitoraggio per verificare in autonomia lo stato idrico delle piante”.

Da diversi mesi, questo sistema infatti, è stato adottato nei melograneti di Castellaneta Marina.

Secondo gli esperti del clima, nel futuro si prevede un cambiamento climatico tale  da comportare dei seri danni alle coltivazioni.

Il Professor Giuseppe Ferrara del Dipartimento di scienze del suolo, della pianta e degli alimenti sostiene che le anomalie meteorologiche, con il passare del tempo, stanno divenendo sempre più evidenti.

La vegetazione risento moltissimo dei lunghi periodi di siccità e, viceversa, delle abbondanti piogge. La produzione agricola diviene scarsa e a volte al di sotto dei costi sostenuti.

Con questa innovazione che l’azienda Fruttirossi sta mettendo a punto, si ridurranno i rischi causati da questa condizioni climatiche estreme e inoltre, vi sarà anche un risparmio idrico.