Come innovazione tecnologica Taranto è al 102esimo posto

ICity è la società che fotografa la situazione delle città italiane nel percorso per diventare "Smart", cioè più vicine ai bisogni dei cittadini.

0
485
Come innovazione tecnologica Taranto al 102esimo posto
Fonte web: pixabay di geralt

TARANTO – Secondo un rapporto ICity Rate 2018 di Fpa, società del gruppo Digital360, la città di Taranto risulta fra le città meno smart d’Italia.

Su 107 capoluoghi di regione, Taranto si posiziona al 102esimo posto

La città più smart d’Italia è Milano, come economica, ricerca e innovazione, lavoro, attrattive turistico-culturali, anche se pecca come sfruttamento del suolo e territorio e qualità dell’aria e dell’acqua.

Nella classifica, bisogna scendere fino al 43esimo posto per trovare la prima città del Meridione. Rispetto al 2017 si segnala, però, il dinamismo di Lecce, che guadagna 9 posizioni e si colloca al 62esimo posto.

L’Assessore comunale Massimiano Motolese afferma che non è un caso che la città di Lecce si trovi avanti, dato che tutti i vertici del sistema Puglia sono di Lecce. Pertanto, hanno un sistema di collegamento con le amministrazioni centrali e regionali più facile.

L’assessore commenta che per Taranto, i dati non sono incoraggianti, ma qualcosa si può fare, mettendo il Comune nelle condizioni di poter disporre di professionalità al momento inesistenti.

Prima, però, di potersi dotare di personale interno che si occupi di servizi digitali per i cittadini e servizi informatici per il comune, bisogna pensare all’ordinario.

Le infrastrutture dei servizi digitali del Comune di Taranto sono arretrate e perciò si sta tentando di adeguarle alle linee guida di Agid, per la trasformazione digitale. In questo modo la città sarà pronta quando verranno finanziate linee di azione sull’ innovazione tecnologica.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui