SailGP 2021: regata hi-tech e a impatto zero, evento mondiale

Ormai ci siamo: sabato 5 e domenica 6 giugno si terrà a Taranto la seconda tappa del SailGP 2021. Sarà una regata a elevato contenuto hi-tech e a impatto zero.

SailGP 2021

TARANTOSailGP 2021 fa tappa a Taranto: ormai ci siamo, sabato 5 e domenica 6 giugno è la due giorni del grande evento, seconda tappa del campionato di catamarani F50. Non ci sarà l’Italia tra le squadre in gara: presenti invece Australia, Danimarca, Francia, Regno Unito, Giappone, Nuova Zelanda, Spagna e Stati Uniti.

SailGP 2021: come funziona

Tre regate sabato 5 giugno, due regate domenica 6 giugno: ogni regata dura 15 minuti e il vincitore ottiene 10 punti. Punti anche per il secondo (9), il terzo (8) e tutti gli altri classificati, a scendere. I primi 2-3 equipaggi di ciascun evento accedono poi alla finale, che consacrerà il vincitore della tappa.

Potrebbe interessarti – SailGP: il sopralluogo del Sindaco Melucci in area tecnica

Hi-tech e impatto zero

Una sfida ad alto contenuto tecnologico: i catamarani sono costituiti da una fibra di carbonio che rende più leggere i catamarani F50, che pesano circa 2.400 chili e sono lunghi 15 metri: la larghezza è di 8,8 metri, mentre l’albero è alto 24 metri, riducibile a 18 metri in caso di vento forte. La velocità massima supera i 100 chilometri orari.

L’impatto sull’ambiente è zero: è il vento a governare e il campionato è totalmente carbon neutral. Il target per il vicino futuro resta ambizioso, con l’obiettivo di elettrificazione totale della flotta entro il 2025 e l’approvvigionamento al 100% con le energie rinnovabili.