Tecnologia, in arrivo bonus. Ecco chi può farne richiesta

Tecnologia, il Ministero per lo sviluppo economico ha dato il via al bonus tecnologia del quale si parla ormai da mesi.

0
150
bonus tecnologia

Sono stati stanziati 600 milioni di euro a favore del Piano scuola e del Piano imprese. Il progetto prevede che per ogni famiglia venga assegnato un bonus da 200 o da €500. È fondamentale avere determinati requisiti sia per tablet, per pc che per connessione. Il comitato per la banda ultralarga ha stanziato 600 milioni motivandoli con l’importanza della tecnologia durante il periodo della quarantena. Durante quel periodo infatti si è capito quanto gli smartphone, i tablet ed i pc possano essere fondamentali e centrali nella vita di chiunque.

Tecnologia alla riscossa, finalmente si dà il giusto valore ai computer ed agli smartphone

Tecnologia e bonus, il passo avanti dello Stato nei confronti della modernità lascia senza parole. Potranno richiedere il bonus tutte le famiglie con ISEE fino a €50.000. Questi ultimi avranno diritto ad un bonus di €200 per stabilire collegamenti Internet veloci oppure per acquistare nuovi pc.

Mentre per le famiglie che hanno un ISEE inferiore a €20.000 è previsto il bonus di €300 aggiuntivi. Coloro che hanno un basso reddito potranno avere la priorità su tutti ottenendo subito il bonus. Per far tutto questo sarà necessaria la collaborazione degli operatori che dovranno effettuare la registrazione nel portale telematico di Infratel.

Avere nuovi pc, smartphone o connessioni rapide è importantissimo per lavorare o studiare da casa

Cambiare pc, smartphone o tablet risulta essere importante tanto quanto stabilire una connessione solida. Avere internet veloce, dà la certezza che qualora si dovesse verificare una seconda pandemia, una seconda quarantena tutti possano lavorare in modalità smart working senza subire rallentamenti o problemi di qualunque tipo.

Tutti gli utenti che si sono rivolti agli uffici durante la quarantena hanno avuto problemi nella ricezione e nell’invio di materiale di qualunque tipo. La stessa cosa è avvenuta per quanto riguarda gli studenti, sia di scuola elementare che universitari. Hanno dovuto avviare video lezioni pur non essendo in possesso di materiale informatico.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui