WiWell, dato il via alla sanificazione virtuale sugli autobus

WiWell in collaborazione con la società al trasporto pubblico di Treviso e Polcenigo Wippy idea ha realizzato un nuovo brevetto. Questo permette di sanificare gli autobus in modo virtuale.

0
113
sanificazione wiwel

La nuova tecnologia servirà ad abbattere il coronavirus attraverso la potenza della luce del sole. La società ha quindi presentato il progetto proprio durante la giornata di ieri con ottimi risultati post-test. Prima di rendere l’oggetto e il brevetto ufficiale sono stati portati a termine diversi studi. Gli studi hanno reso reale l’ipotesi di aver trovato l’arma ideale contro il coronavirus.

WiWell, sanificazione tramite il sole: ecco come avviene

WiWell ha svolto i suoi test sui mezzi pubblici dove ha  installato il prodotto precedentemente brevettato e ormai adesso certificato. Quindi per dimostrare che tutto quanto funziona è stata applicata sull’autobus una pellicola adesiva trasparente. Questa mediante il calore del sole elimina qualsiasi composto organico ed inorganico.

Quindi il sole scaldando la pellicola sarà in grado di eliminare tutto, sia che si tratti di muffe, che di spore, o batteri di qualunque genere, anche i germi del coronavirus.

Idea inizialmente bocciata e sottovalutata, adesso probabile soluzione per sanificazione sicura

Inizialmente l’idea non era stata bene accolta. Tanto, anzi troppo scetticismo. Secondo molti, questa non poteva essere una soluzione ottimale da applicare ad un problema più grande di noi. Poi ci si è resi conto che in realtà potrebbe davvero sostituire l’attività di sanificazione manuale con la presenza di una persona costretta a svolgerla giornalmente anche più volte.

Tra l’altro c’è da dire che gli esperti sulla sanificazione manuale hanno detto che bisogna fare molta attenzione, perchè se non è fatta bene può non essere efficiente. Il brevetto non poteva arrivare in un periodo migliore dato che non esiste più il limite ristretto di tot persone per autobus. Quindi niente più limite, niente più distanza di sicurezza. Senza una corretta sanificazione si rischia di brutto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui