Gli ambulanti del mercato di Massafra sono contrari alla sospensione durante il Carnevale

Gli ambulanti che lavorano nel mercato di Massafra dicono no alla sospensione del mercato durante il Carnevale.

Carnevale di Massafra
Carnevale di Massafra

MASSAFRA – Gli ambulanti che lavorano nel mercato settimanale di Massafra si dicono contrari alla sospensione del mercato durante il Carnevale nella giornate di martedì 7 e martedì 14 giugno. La protesta è portata avanti da Casambulanti, per voce del presidente Salvatore Marina, e dalla Fiva-Confcommercio provinciale, rappresentata dal coordinatore Tommaso Attanasi.

La comunicazione di Casambulanti e Fiva-Confcommercio provinciale

Com’è noto, infatti, la 69° edizione del Carnevale di Massafra è slittato a giugno causa Covid: il mercato settimanale si svolge in zona S. Oronzo, ma il Comune ha deciso di sospendere il mercato nei due giorni sopraccitati, ovvero il 7 e il 14 giugno, perché in coincidenza con il Carnevale e dunque per motivi di ordine pubblico e sicurezza. Casambulanti e Fiva-Confcommercio hanno scritto un comunicato nel quale esprimono tutta la loro contrarietà in merito alla decisione, denunciando soprattutto di non essere stati avvisati della stessa. Le associazioni avevano consultato l’assessore per chiedere lumi dopo la sospensione a cause delle rimostranze portate avanti da alcuni Operatori commerciali, richiesta a cui è seguita una rassicurazione, ma poi la situazione si è capovolta. Le associazioni denunciano pertanto “l’adozione di un atto di pessima gestione politica-amministrativa da parte del Sindaco, un vero e proprio eccesso di potere” causato da “arroganza e superficialità”, e non prendendo in considerazione il “legittimo impedimento al diritto di lavoro per centinaia di famiglie e imprese nonché concessionarie di posteggi”. Da qui la richiesta di un incontro urgente per scongiurare ed evitare la sospensione e “ristabilire un minimo di buon senso”.