Moto elettrica: incentivi dal 30 al 40%

Quali sono le modalità per ottenere gli incentivi e tutte le soluzioni messe a disposizione dal Governo

0
120
moto
Riconoscimento editoriale: Pexels / Pixabay.com

ROMA Moto elettrica e incentivi: come funziona davvero? Il ministero dei Trasporti ha messo a disposizione le nuove direttive.

Per comprare una moto elettrica, si hanno due possibilità:

  • rottamare una vecchia moto;
  • passare direttamente all’acquisto con incentivo.

Se si rottama la moto di proprietà, si ha diritto a un incentivo pari al 40% del prezzo del mezzo elettrico per un massimo di 4000 euro. Il mezzo vecchio deve essere di proprietà della persona che fa richiesta da almeno 12 mesi. In più, deve avere un motore da Euro 0 fino a Euro 3.

Invece, se si compra direttamente un mezzo nuovo, si ha un incentivo pari al 30% del prezzo di listino per un massimo di 3000 euro.

Per usare l’incentivo, si può scegliere tra moto e ciclomotori, tricicli e quadricicli elettrici delle categorie da L1e a L7e.

Moto elettrica: come richiedere l’incentivo

Al momento, per fare la richiesta e procedere all’acquisto si deve aspettare. Infatti, c’è un emendamento in tal senso dal Movimento 5 Stelle, a firma di Emanuele Scagliusi. Quindi, si deve aspettare l’approvazione in Parlamento e si potrà poi ottenere l’incentivo senza problemi.

Nel frattempo, questo è il momento buono per dare un’occhiata alle proposte del mercato in tal senso.

“Una buona notizia per i cittadini, per la mobilità sostenibile e per la qualità dell’aria delle nostre città”. Così ha commentato Scagliusi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui