Home Notizie Trasporti Il punto sulla questione del trasporto disabili a Taranto

Il punto sulla questione del trasporto disabili a Taranto

Niente da fare, il punto della situazione sul trasporto disabili nel tarantino non è dei più positivi e continuano i problemi.

trasporto disabili

TARANTO – Continua l’annosa questione del trasporto disabili nel tarantino per conto di Asl tramite l’appalto ex Tundo, ora gestito da Dover, Padovano e Scoppio. Stando a quanto riportato da fonti sindacali, infatti gli operatori del settore, circa 60 persone, dovranno chiedere l’intervento del Prefetto di Taranto per venire retribuiti, facendo legittima pressione sui Comuni, titolari del 60% dell’appalto. Continua l’odissea per tutti quei lavoratori che devono ancora vedere le retribuzioni di agosto, di settembre e della quattordicesima mensilità.

La nota della FP Cgil e il sit-in di lunedì 15 novembre

La FP Cgil, per voce di Mimmo Sardelli, usa parole dure: “Si tratta di una sceneggiatura che conosciamo bene, perché basta solo che uno degli anelli della catena interrompa il flusso e vada a scricchiolare e questo servizio continua a essere svolto solo facendo fede al grande senso di responsabilità dei lavoratori che non se la sentono di lasciare a casa persone disabili che necessitano indiscutibilmente di una assistenza che è anche gestione della vita quotidiana”. L’appuntamento ora è per lunedì 15 novembre, quando sotto la sede della Prefettura, nella fascia oraria 10-12, è organizzato un sit-in per far richiedere un intervento tempestivo ai Comuni.

Exit mobile version