FIRENZE – Questa mattina i cavi di una cabina elettrica dell’alta velocità sita tra Rovezzano e Campo di Marte (Firenze) ha preso fuoco. L’allarme è scattato alle 5 di questa mattina, con l’arrivo sul posto della Digos e di uomini della Polfer. I fili della cabina elettrica sono stati bruciati volutamente in due punti, inoltre gli attentatori hanno danneggiato 2 pozzetti così da bloccare la circolazione in tutte le direzioni.

Il transito di 25 convogli di Fs e Italo è stato cancellato e la circolazione è potuta riprendere solo intorno alle 9,30, questo però ha causato notevoli attese da parte dei viaggiatori e conseguenti ritardi sull’intera circolazione ferroviaria. L’Italia si è trovata divisa in due, impossibile arrivare a Firenze da Milano e da Napoli.

L’incendio doloso avrà ricadute a lungo termine, sono previste altre cancellazioni di convogli ad alta velocità e non, oltre a notevoli ritardi sino a 4h per i treni che partono da Milano e devono raggiungere il Sud Italia.

Le ipotesi dell’incendio da parte degli inquirenti sono quelli di un attentato collegato ad un processo che si dovrebbe chiudere oggi a Firenze contro 28 anarchici. Sui treni diretti a Milano vi erano infatti anche decine di magistrati e colleghi di Francesco Saverio Borrelli (magistrato italiano), diretti alla camera ardente per dargli l’ultimo saluto.