Anche Confartigianato interviene sulle nuove strisce blu a Taranto

Confartigianato Taranto interviene sulle nuove strisce blu in città. L’Associazione ha pubblicato una nota stampa suggerendo delle soluzioni in merito.

confartigianato taranto
Riconoscimento editoriale: Pagina Facebook Ufficiale di Confartigianato Taranto

TARANTO – Anche Confartigianato Taranto interviene sulle nuove strisce blu a Taranto, suggerendo alcune soluzioni in favore anche dei residenti. L’Associazione, infatti, ha incassato negli ultimi giorni diverse lamentele da parte di artigiani e commercianti sui nuovi parcheggi a pagamento in viale Magna Grecia. Da qui l’Associazione ha deciso per un ripensamento finalizzato a mutare gli effetti e le conseguenze del provvedimento.

Il comunicato di Confartigianato

“Quando si mettono dei parcheggi a pagamento si creano problemi e perciò sarebbe stato normale e rispettoso condividere e programmare preventivamente queste decisioni con le associazioni di categoria, anche perché in quelle zone non c’è mai stato un problema di carenza di parcheggi”. La nuova idea del Park&Ride è valida “se prevista in un piano chiaro e più ampio della problematica/soluzione parcheggi, ma applicarla in questo momento su viale Magna Grecia e non a Cimino e Porto Mercantile, come era sacrosanto fare per intercettare il traffico entrante dai due versanti, è stato recepito dalle imprese come un provvedimento piuttosto facile e senza particolari sforzi, forse per raggiungere altri scopi e non certo per decongestionare il traffico cittadino”. Durante le festività natalizie l’intera area dei parcheggi è rimasta inutilizzata, quindi vuota.

“Molte attività lamentano che le zone coinvolte sono periferiche e le attività artigianali e commerciali vivono già una situazione di crisi dei consumi che potrebbe essere aggravata da costi aggiuntivi”. È necessario pertanto pensare alla creazione di un maggior numero di parcheggi. La proposta suggerita dall’Associazione è la seguente: “Costruire silos, semplicemente come è stato fatto in tutte le altre città; rendendo fruibili tutto l’anno le aree di parcheggio presenti in aree militari, come quelle della Stazione Torpedinieri, l’Ospedale Militare, la Caserma Mezzacapo”. In conclusione, “Confartigianato invita il Commissario prefettizio all’adozione condivisa con le associazioni di categoria di decisioni importanti e coraggiose necessarie che riguardano la gestione e lo sviluppo dell’economia della città”.