Vittime delle foibe. A Manduria un incontro per ricordare
Riconoscimento editoriale: Wikipedia

MANDURIA – Si è trattato di un’iniziativa molto interessante che rappresenta la solennità civica nazionale italiana, istituita con la legge n.92 del 30 marzo 2004, in memoria delle vittime delle foibe e dell’esodo giuliano-dalmata.

L’evento culturale è stato possibile grazie alla collaborazione tra le istituzioni scolastiche del territorio, quali il Liceo De Sanctis-Galilei e l’IISS L. Einaudi con il Comune di Manduria.

L’incontro è stato introdotto dal docente di Storia e Filosofia, professor Giacomo Fronzi.

Vi è stato un grande coinvolgimento degli studenti delle quinte classi, che hanno letto dei brani letterari inerenti al tema.

Sono seguite le testimonianze dei parenti dei militari massacrati nelle cavità carsiche dai partigiani slavi di Tito.

Nel ricordo di questo evento tragico, non sono mancati i saluti del commissario straordinario del Comune di Manduria, dott. Luigi Cagnazzo e del professore Vincenzo Di Maglie, intervenuti come rappresentante dell’IISS L. Einaudi.

Emozionata la dirigente scolastica dell’Istituto, prof.ssa Maria Maddalena Di Maglie che ha sottolineato l’importanza di proporre delle iniziative in cui gli alunni sono resi partecipi nella conoscenza della nostra storia.

Ha aggiunto che le nuove generazioni hanno il diritto di essere informati di questi tragici fatti che sui libri di scuola non sono contemplati.