34 braccianti del brindisino denunciati per truffa ai danni dell’INPS

Recuperati 200mila euro di prestazioni non dovute.

0
134

BRINDISI – Sono state denunciate a piede libero 34 persone di cui 22 con precedenti penali, per truffa ai danni dello Stato.

Per circa otto mesi, sono state svolte le indagini dai Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro e dal personale ispettivo dell’Inps, coordinati dalla Procura.

In ben 20 comuni della provincia di Brindisi, sono stati recuperati quasi 20mila euro.

Per questa vasta operazione, sono state coinvolte 23 stazioni dei Carabinieri, di Fasano, San Vito dei Normanni, Brindisi e Francavilla Fontana.

Per la stessa truffa, è stato denunciato anche un imprenditore agricolo brindisino di 33 anni. L’uomo avrebbe comunicato all’INPS falsi contratti d’affitto di terreni all’insaputa dei proprietari; ciò ha determinato un aumento sia delle giornate agricole, che della forza lavoro.

In questo modo i braccianti avevano percepito prestazioni contributive dall’INPS, in realtà non dovute. Per queste truffe, sono stati recuperati i contributi 2017/2018 e anche di maternità.