L’aereo più veloce al mondo è nato a Monopoli

Un'eccellenza del sud nata dalla voglia di due ragazzi, di mettersi in gioco.

0
448
L'aereo più veloce e leggero al mondo è nato a Monopoli
Riconoscimento Editoriale: Pagina Facebook / Blackshape Aircraft. Photo by @AimhighAviation

MONOPOLI – Si tratta di un aereo ultraleggero a due posti realizzato in fibra di carbonio dall’azienda Blackshape Aircraft. 

Un velivolo che pare un gioiellino che può volare a 300 km orari e pesa soltanto 300 chili. Chi vuole provarlo, deve sapere che consuma 18 litri di carburante all’ora.

Il piccolo gioiello realizzato nel 2009, non ha precedenti. Realizzato in fibra di carbonio come i grandi velivoli militari e civili, nonostante ciò è leggerissimo. Verrebbe a tutti voglia di pilotarlo.

L’idea innovativa di realizzare un aereo così leggero non è di pochi giorni fa, bensì del 2009, quando due giovani pressappoco 30enni, hanno avuto la voglia di realizzare questo progetto.

Sono Angelo Petrosillo che dopo gli studi di Giurisprudenza a Pisa e conseguita la laurea in Diritto ebraico a Parigi, ha unito la sua voglia di fare all’estro di Luciano Belviso ingegnere aerospaziale, laureato al Politecnico di Torino e specializzato a Losanna.

Dall’unione di queste due menti è nata la Blackshape di Monopoli, a Bari, un’azienda innovativa che produce velivoli.

L’aereo più veloce al mondo vola in 16 nazioni.

Come in tutti i progetti, ci sono le difficoltà da superare, gli alti e i bassi, ma quando si crede fino in fondo a ciò che si vuole davvero, si insiste, e loro lo hanno fatto.

Hanno iniziato da niente e poi hanno ricevuto un piccolo finanziamento regionale di soli 25mila euro, ma la loro determinazione ha superato ogni ostacolo. Adesso, dopo dieci anni sono ancora al loro posto, più forti e convinti che mai che ne sia davvero valsa la pena.

A dimostrazione del valore del loro operato, vi è il contributo delll’imprenditore Vito Pertosa patron della Mermec, leader mondiale dei treni tecnologici di misura, che ha  creduto fortemente nelle loro idee e investito nel loro progetto.

Ora a distanza di tempo, le creature ideate dai due giovani di Monopoli, fanno il giro del mondo e volano in ben 16 nazioni.