Aeroporto di Brindisi: presto i nuovi collegamenti con gli Stati Uniti

Con un florido 2019, che l'ha visto chiudere con un aumento dell'8,9% dei passeggeri, l'aeroporto di Brindisi annuncia una novità: Voli verso gli Stati Uniti.

Con un florido 2019, che l'ha visto chiudere con un aumento dell'8,9% dei passeggeri, l'aeroporto di Brindisi annuncia una novità: Voli verso gli Stati Uniti. 

BRINDISI L’aeroporto di Brindisi in quest’ultimo periodo sta crescendo, infatti, è stato possibile vedere come ci sia stato un numero di passeggeri record che l’hanno raggiunto nel 2019, pari a 2,7 milioni circa.

Ora che ha un afflusso di utenti maggiore, l’aeroporto si sta adoperando per offrire sempre maggiori servizi e voli. Infatti, a partire da maggio a settembre del 2020 saranno operativi 2 volte a settimana i voli per gli Stati Uniti, e più precisamente per Boston e New York.

La compagnia che verrà impiegata è la Aer Lingus, e gli aeromobili saranno l’A320 e A330-300. Le nuove destinazioni sono una novità assoluta per Brindisi, come conferma Tiziano Onesti, in rappresentanza di Aeroporti di Puglia.

Il volo partirà ogni martedì e gli sabato, giungerà a Brindisi alle 10.25 e raggiungerà Dublino alle 14:05 per poi partire alla volta degli Stati Uniti. Molto interessanti anche i prezzi, infatti la Air Lingus ha costi competitivi rispetto ad altre compagnie, il biglietto aereo per Boston in economy, ad esempio ha un costo a partire da 259 euro, mentre per New York in economy il prezzo parte da 239 euro.