TARANTO – Dopo il maltempo che ha imperversato in questi giorni su tutta la Puglia, caratterizzato da una violenta grandinata, la Protezione Civile ha emanato l’allerta meteo gialla.

Su tutta la Puglia e in particolare nei comuni del tarantino, ci sono state trombe d’aria, bombe d’acqua e grandine dalle dimensioni mai viste.

Il maltempo non si placa e l’agricoltura ne sta risentendo enormemente con ingenti danni economici. Per verificare i danni riportati alle imprese agricole e agroalimentari è iniziata un’attività istruttoria.

Sono stati allertati gli Uffici della Regione Puglia e in una nota si legge:

“E’ già iniziata l’attività istruttoria per verificare i danni riportati alle imprese agricole e agroalimentari ricadenti nei territori colpiti dai recenti eventi calamitosi di aprile e maggio. A valle degli approfondimenti in corso si provvederà, precisa la Regione, a proporre al ministero delle Politiche Agricole lo stato di calamità”.

Fino alla mezzanotte di oggi, il bollettino della Protezione civile parla chiaro. Nella nota si legge: “Precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Puglia settentrionale, con quantitativi cumulati generalmente moderati; da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sul resto della regione, con quantitativi cumulati generalmente deboli fino a puntualmente moderati. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento”.

Nel caso di declaratoria da parte del Ministro, si potrà utilizzare il Fondo di Solidarietà nazionale da ripartire alle ditte coinvolte da tale evento avverso.