BARI – A partire dal mese di settembre, addio ai vecchi treni a diesel; entrerà in funzione sulla tratta Bari – Putignano il primo elettrotreno di ultima generazione che cambierà totalmente il modo di viaggiare dei pendolari e di tutti coloro che sono costretti a prendere il treno quasi tutti i giorni.

Nella mattinata di ieri è avvenuta la presentazione a Bari da parte dell’Assessore regionale ai Trasporti, Giovanni Giannini, del sindaco di Bari, Antonio Decaro e dall’amm.re delegato di Ferrovie del Sud Est, Luigi Lenci.

Questo è soltanto il primo dei 18 convogli di ultima generazione che gradualmente andranno a sostituire i vecchi treni diesel. Al momento, questa tratta è l’unica attrezzata con il Sistema di controllo marcia treno.

Con il primo elettrotreno, migliorerà la qualità del servizio, ma anche il rispetto dell’ambiente.

Complessivamente, è stato fatto un investimento di 72milioni di euro e i primi 5 elettrotreni entreranno in funzione entro quest’anno, mentre i successivi nel 2020.

Gli elettrotreni furono acquistati nel 2014 dalla Polonia, sotto la gestione Fiorillo, ed era previsto per il 2016 il loro arrivo in Puglia, invece il primo è arrivato solo adesso.

Il treno di ultima generazione è lungo 59 metri ed è composto di 3 moduli in grado di viaggiare a una velocità massima di 120 chilometri orari. In questo modo la velocità sarà abbattuta del 40%, rispetto ai vecchi treni.

Il treno contiene 175 posti a sedere, comprese due postazioni per viaggiatori a ridotta mobilità, 4 spazi portabici, una toilette e scaffali per bagagli di grandi dimensioni.

Diversi saranno i servizi a bordo a disposizione dei viaggiatori: “display luminosi interni per le informazioni a led, pedane mobili per l’accesso di persone a ridotta mobilità, impianto di videosorveglianza, impianto di climatizzazione di sonorizzazione”.