BARLETTA – Il medico oncologo Vincenza Conteduca ha avviato una ricerca riguardante il tumore della prostata in fase avanzata.

La scoperta fatta, da lei con la collaborazione di altri medici, potrebbe cambiare il futuro di coloro che sono affetti da questa malattia.

E’ stato proprio grazie a questa ricerca che riceverà l’ambito riconoscimento che presto le verrà consegnato nel corso del congresso Asco che si terrà a Chicago nei prossimi giorni. Si tratta della migliore associazione al mondo, nel settore della medicina.

Gli studi avviati dal medico oncologo Vincenza Conteduca e del suo gruppo di ricerca, ha permesso di valutare i livelli di espressione di una proteina che interessa proprio i soggetti ammalati.

Ebbene, è stato dimostrato che maggiore è la quantità di proteina, Schlafen 11’, più la terapia è efficace. I risultati della ricerca potrebbero rivoluzionare le terapie a cui sottoporre i malati di tumore alla prostata.

Nel corso della ricerca, si sono sottoposti alla sperimentazione 41 pazienti affetti da vari tipi di carcinoma prostatico.

Questo studio che ha riguardato il carcinoma della prostata in stadio avanzato, accende le speranze per molte persone affette da questa malattia, che con le nuove terapie possono avere buone speranze di guarigione e una vita migliore.